Agroalimentare: Intesa Sanpaolo, positivi i risultati dei distretti

I paesi emergenti, Russia e Cina in testa, trainano verso l’alto l’export dei prodotti agroalimentari italiani. E’ quanto emerge dal monitor dei Distretti del servizio Studi di Intesa Sanpaolo, secondo cui la performance messa a segno nel 2011 dai distretti agroalimentari e’ stata del +7,6%. Al top c’e’ il vino: nell’analisi dei primi 20 distretti, quello dei vini delle Langhe, Roero e Monferrato incassa un surplus di ben 241,7 milioni di euro rispetto ai livelli 2007. Il 2012 tuttavia si profila difficile anche per un comparto vincente come quello agroalimentare. “La domanda del mercato interno – si legge nello studio – si confermera’ debole e le imprese dovranno essere in grado di azionare diverse leve per sfruttare gli ampi margini di miglioramento presenti sul versante estero. L’incremento della disoccupazione unito agli effetti delle manovre di correzione dei conti pubblici sulle famiglie, fa prevedere per il 2012 una nuova riduzione dei consumi delle famiglie italiane, che potrebbe nuovamente interessare il settore agroalimentare come gia’ nel biennio 2008-09 e nel 2011”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com