Palermo. Keller: Fim e Cisl “si acceleri rilancio area di Carini”

“Bisogna fare presto e accelerare tutte le procedure avviate dalla Regione presso il ministero del Lavoro per garantire ai lavoratori la copertura degli ammortizzatori sociali e allo stesso tempo portare avanti il piano di rilancio dell’area di Carini”. Ad affermarlo, alla fine dell’incontro che si e’ tenuto nella sede dell’Assessorato alle Attivita’ produttive tra Regione e sindacati sul futuro dell’area industriale di Carini e la vertenza Keller, sono Armando Zanotti, segretario provinciale Cisl Palermo e Salvatore Picciurro, segretario regionale Fim Cisl. “Non c’e’ piu’ tempo da perdere, la Keller – aggiungono – ha presentato il concordato preventivo, in attesa di conoscere meglio i dettagli, la Regione deve procedere con il rilancio industriale dell’area, prima di tutto varando in giunta in settimana il contratto di sviluppo che garantirebbe, sull’esempio del modello dopo Fiat di Termini, un investimento regionale per il futuro della zona. Subito dopo e’ necessario avviare il bando per attrarre le imprese che possano essere interessate ad avviare le loro attivita’ a Carini”. “I lavoratori – proseguono – attendono ancora di percepire la cassa integrazione in deroga, la procedura e’ stata sbloccata di recente, ma a questo punto, al di la’ degli ammortizzatori sociali che potrebbero essere garantiti per un altro anno, bisogna puntare sullo sviluppo della zona industriale per assicurare il loro reinserimento professionale”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com