Al Conca d’oro 56 mila persone in un giorno

Oltre 56 mila presenze si sono recate ieri nel nuovo centro commerciale Conca D’Oro di Palermo del Gruppo Zamparini. Circa 200 mila i pezzi venduti dall’ipermercato Auchan, 10 mila gli scontrini emessi. Il 70 per cento del fatturato ha riguardato il settore alimentare. Per alleggerire il traffico nella zona e rendere piu’ agevole il raggiungimento del centro commerciale e’ stato messo a disposizione un servizio di bus navetta, attivo tutti i giorni della settimana, con tappe prefissate alla Stazione Centrale, in via Roma, via Liberta’, piazza Giovanni Paolo II, via Leonardo da Vinci, viale Michelangelo, via Belgio e viale Strasburgo. In funzione anche il servizio di consegna di elettrodomestici, di merce voluminosa e quello della spesa a domicilio. Cento negozi, una food court con sette ristoranti e tre bar, un giardino storico, un parcheggio per 3 mila posti auto, cinque ingressi, piu’ un accesso diretto da un parcheggio coperto tramite tapis roulant e una piazza esterna di 4500 metri quadrati interamente dedicata ad eventi ed a spettacoli. Sono questi i numeri di Conca d’Oro, il nuovo centro commerciale del gruppo Zamparini, che sorge nel quartiere Zen, a Palermo, e che aprira’ ufficialmente le porte al pubblico domani. Conca d’Oro e’ stato inaugurato e presentato alla stampa questo pomeriggio dall’imprenditore friulano e presidente del Palermo Calcio, Maurizio Zamparini, e dal direttore generale di Auchan, Christian Iperti. “Per me – ha detto Zamparini – e’ stata una grande fatica, soprattutto per i tanti problemi burocratici che abbiamo dovuto affrontare. Spero che il Paese riparta da Palermo e dalla Sicilia per i nuovi ‘Vespri’ economici dell’isola”. Un investimento di oltre 140 milioni di euro che ha permesso di innescare un sistema occupazionale di oltre 1.000 unita’: “Conca d’oro” e’ uno dei piu’ grandi e moderni della Sicilia, visto che si estende su una superficie di 274.000 metri quadrati dei quali ben 45.000 di verde realizzati secondo un progetto di valorizzazione della flora autoctona. Il centro commerciale di via Lanza di Scalea fa della sostenibilita’ uno dei suoi punti di forza, con la presenza di un bosco fotovoltaico, di un impianto di produzione di energia in rigenerazione e, in seguito, di un impianto fotovoltaico integrato che consentira’ anche di rendere il centro autosufficiente. Secondo Zamparini, per la sua posizione strategica vicino all’autostrada A29, “la stima di visitatori annui sara’ di circa 10 milioni”. Particolare rilevanza nell’area negozi ha l’ipermercato Auchan, con una superficie di 16.900 metri quadrati. “Sono presenti – ha spiegato Christian Iperti – 2.600 prodotti della tradizione agroalimentare locale, realizzati da 120 fornitori di dimensioni medio-piccole a cui noi diamo un respiro commerciale importante. Ben 30 di queste aziende provengono dalla provincia di Palermo. E l’iperdiscount Auchan occupera’ complessivamente 223 lavoratori, con un’eta’ media di 40 anni. E l’80% di questi e’ palermitano”. Un modello, quello del “consumare italiano”, che Zamparini sposa in pieno: “Bisogna tornare alla filiera corta. Per creare posti di lavoro venderemo 2.700 prodotti siciliani. Sono sconcertato dalla decisione dell’Unione europea di favorire il Marocco, ma la Sicilia – ha aggiunto – ha un grande vantaggio: e’ una regione a statuto autonomo, per questo vi dico ‘riprendetevi la Sicilia’, non aspettate che sia lo Zamparini di turno a salvarvi”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com