Ars: approvato ddl riforma consorzi Asi

Un iter durato anni e una attesa interminabile da parte degli imprenditori. E’ questa la vicenda della riforma delle asi siciliane che nei giorni scorsi è arrivata finalmente al suo epilogo. Con 50 voti favorevoli e’ stato approvato nel corso della seduta dell’Assemblea Regionale Siciliana il ddl di riforma dei consorzi Asi che sopprime i vecchi consorzi di sviluppo industriale e istituisce l’Istituto regionale per lo sviluppo delle attivita’ produttive. “L’abolizione dei consorzi Asi e’ un importante passo avanti nel percorso di riduzione degli sprechi e di riforma che rappresenta uno dei principali motivi per i quali sosteniamo il governo Lombardo”. Lo affermano gli esponenti del Terzo Polo, i capigruppo Giulia Adamo(Udc) e Livio Marrocco (Fli), dopo il via libera di Sala d’Ercole al ddl di riforma dei consorzi Asi. “La legge di riforma delle Asi e’ stata migliorata notevolmente in commissione e in Aula – dicono Rudy Maira e Marianna Caronia, rispettivamente capogruppo e deputato dei Popolari di Italia Domani all’Assemblea regionale siciliana -. Certamente si poteva fare di piu’ in termini di strumenti normativi per stimolare lo sviluppo delle attivita’ produttive, ma il riordino del settore era indispensabile e prioritario per creare successive occasioni per investimenti in Sicilia. Grazie al Pid si e’ dato maggiore rilievo alle organizzazioni sindacali e agli enti locali all’interno dei nuovi Irsap”. “Rispetto ai carrozzoni che le Asi erano diventate, l’Irsap puo’ costituire un’innovazione per la gestione delle aree di sviluppo industriale, sempre che il presidente della Regione non ne svilisca il senso volgendolo in proprio ‘terreno di caccia”. Lo dice Roberto De Benedictis, vicepresidente del gruppo Pd.

 Stefano Alicata

Autore: Stefano Alicata

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com