Agroalimentare: distretti in cucina, opportunità nuove per le imprese

 

 Il 15 dicembre si tiene a Palermo la

giornata conclusiva del progetto “Distretti in cucina”. Dodici

distretti produttivi di tre regioni italiane – Sicilia, Veneto e

Puglia – collaborano ad un progetto nato nell’Isola con

l’obiettivo di individuare un modello di gestione comune che possa

diventare strumento di sviluppo territoriale. I distretti

produttivi siciliani che partecipano al progetto sono 7 e

rappresentano quasi 4.000 imprese dei settori dell’agroalimentare,

con un fatturato di diverse centinaia di milioni di euro. 

“Partendo da un modello che possa essere definito come un esempio

di successo commerciale d’insieme d’imprese – dice Dario

Tornabene, dirigente dell’Ufficio Distretti Produttivi

dell’assessorato Attivita’ produttive della Regione Siciliana – si

e’ lavorato perche’ i distretti coinvolti capissero come muoversi

sul mercato, non come singole imprese ma come gruppo, e

coinvolgendoli in incontri con rappresentanti delle Istituzioni  e

con tutti quei soggetti economici che si interfacciano con il

soggetto distrettuale”.

A Palermo, il prossimo 15 dicembre, i Distretti presenteranno un

ideale “paniere italiano” che sara’ il punto d’arrivo del lavoro

svolto con i “Distretti in cucina”, un paniere di prodotti

integrati che possa costituire un successo commerciale sui mercati

internazionali.

(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com