Crisi: Cascio a Lombardo “serve tavolo con imprese, sindacati e banche”

Il presidente dell’Ars, Francesco Cascio, in una lettera inviata al presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, si dice preoccupato per le problematiche connesse alla crisi economica ed auspica l’insediamento di un tavolo che coinvolga imprenditori, sindacati e banche. “Il perdurare – scrive Cascio – della grave crisi finanziaria e sociale che attanaglia ormai da diversi anni l’intera economia mondiale e quindi, quella gia’ per altro debole della nostra Regione, ci impone, stante i nostri rispettivi ruoli di Presidente dell’Assemblea regionale siciliana e di Presidente della Regione, se non soprattutto nella qualita’ di cittadini di questa terra, una ulteriore e piu’ attenta riflessione. A tal proposito, cio’ che temo in particolar modo, e’ che la ‘politica dei sacrifici’, che il nuovo Governo nazionale sara’ costretto ad approntare, possa gravare ulteriormente su questa gia’ assai critica situazione complessiva, implementando, nello specifico, le insolvenze e le difficolta’ delle imprese e, determinando, cosi’, il collasso del sistema e dei livelli occupazionali gia’ fortemente compromessi”. “Per questo motivo – aggiunge il presidente dell’Ars – ritengo che, rappresentando entrambi – tu quale capo dell’Esecutivo ed io quale capo del Legislativo – i massimi vertici del governo della Sicilia, dobbiamo farci carico di promuovere un tavolo tecnico che coinvolga tutti i principali attori del mondo imprenditoriale, senza trascurare le massime espressioni del sistema bancario, nonche’ i livelli di ogni ordine e grado dell’organigramma regionale, al fine di individuare soluzioni quanto piu’ possibile condivise e capaci di predisporre misure tempestive ed efficaci volte ad arginare, quantomeno, l’onda d’urto di una crisi che neanche i piu’ attenti analisti del settore possono prevedere se e quando finira’”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com