Messina. Protesta dei lavoratori forestali, senza stipendio da 3 mesi

 

In prima fila per prestare aiuto alla popolazione colpita dall’alluvione del 22 novembre scorso ci sono anche loro, i lavoratori forestali. Che sono intervenuti immediatamente nonostante attendano ancora il pagamento degli stipendi arretrati di settembre, ottobre e novembre. Visto che i loro appelli sono rimasti inascoltati, mercoledì 30 alle 9 manifesteranno davanti alla sede dell’Azienda Foreste di Messina. “Fra le cause principali di ciò che si è verificato nella fascia tirrenica -dichiarano i segretari generali di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil Cipriano, Mastroeni e Orlando- riteniamo vi sia anche il dissesto idro-geologico che caratterizza la gran parte del territorio della provincia di Messina. Da tempo il sindacato richiede alle istituzioni, dai Governi locali a quello Regionale e Nazionale un vasto progetto di interventi di forestazione protettiva per prevenire i fenomeni del dissesto idro-geologico prima indicato e in tal senso le istituzioni accanto alla solidarietà ancora una volta manifestata, debbono immediatamente  sbloccare le ingenti risorse previste ma non attivate affinché si eviti che in futuro non dobbiamo assistere ad ulteriori tragedie annunciate”. Durante il sit-in di mercoledì prossimo, oltre a rivendicare il pagamento degli stipendi i lavoratori forestali chiederanno anche maggiore attenzione per la prevenzione ambientale e la salvaguardia del territorio in tutta la provincia.

Autore: Elisabetta Raffa

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com