Isole protagoniste nel nuovo Open Forum lanciato da travelnostop.com

I problemi piccoli e grandi delle isole siciliane. Dai collegamenti all’approvvigionamento idrico, passando per smaltimento rifiuti e spopolamento. E poi il turismo, grande risorsa da tutelare e governare per chi vive su un piccolo lembo di terra circondato dal mare, come dimostrano le recenti esperienze di Lampedusa e Pantelleria. Se ne parlerà nel corso dell’Open Forum dal titolo “Isole di Sicilia: da amare o da rottamare?” in programma a Palermo, alla Sala dei Giochi Francesi presso la sede del Sistema Turistico Regionale a Villa Igiea, martedì 27 settembre alle ore 9,30 in occasione della Giornata Mondiale del Turismo. 

L’iniziativa è di Travelnostop.com che, dopo la pausa estiva, riprende il ciclo degli Open Forum che caratterizzano da qualche anno la sua attività editoriale fondata sulla raccolta di pareri, testimonianze, contributi di idee. Gli Open Forum, infatti, che nascono proprio per amplificare anche le voci fuori dal coro, si sono dimostrati un importante strumento di democrazia partecipata. Questa volta l’argomento, spinoso oggi più che mai, sono le isole. “Un titolo di estrema attualità, volutamente provocatorio – spiega Toti Piscopo, direttore editoriale di Travelnostop.com – ma che sarà affrontato con il consueto spirito propositivo che caratterizza il nostro quotidiano di turismo on line,  per ricordare i vecchi e i nuovi problemi legati all’offerta turistica delle isole”.   

Un argomento tanto di attualità da indurre Marco Salerno, dirigente generale dell’assessorato al Turismo, che ha già dato la sua adesione, a dichiarare, in occasione della vicenda – Lampedusa che la “questione non può e non deve essere identificata come mera rivendicazione di un torto subìto da risarcire con contributi o interventi finanziari una tantum”. Per questo ha proposto “l’istituzione di un tavolo di lavoro con i rappresentanti regionali delle Attività Produttive, della Pesca, del Turismo e dei Beni culturali perché si concertino, nelle prossime settimane, concrete azioni di tutela e valorizzazione delle attività degli isolani”. 

Una proposta condivisa da Travelnostop e che si concretizzerà nel corso dell’Open Forum a cui lo stesso Salerno ha invitato i dirigenti degli assessorati Territorio ed Ambiente, Pesca, Beni Culturali e  Attività Produttive. Tra gli altri, sono previsti gli interventi di Giovanni Ruggieri, presidente Otie-Osservatorio sul Turismo delle Isole Europee; di Giuseppe Cassarà, vice presidente nazionale di Confturismo; Antonio Martello, presidente del Consorzio Albergatori “Progetto isole Pelagie” e Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole minori della Sicilia; e tanti altri che si avvicenderanno con i propri interventi.  

Tutti disponibili al confronto, preludio di un tavolo con i rappresentanti di Federalberghi, Confindustria e Confesercenti delle Isole Eolie, Egadi, Pelage e di Ustica, oltre che operatori turistici e opinion leader. Come sempre l’Open Forum è aperto a tutti e chi volesse potrà preventivamente preaccreditarsi, al seguente indirizzo http://www.travelexpo.it/formof2 o farlo direttamente la mattina stessa.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com