Fiat: Termini, domani vertice al ministero, Cisl “futuro incerto”

Un sit-in e’ stato organizzato per domani, davanti alla sede del Ministero Attivita’ produttive, a Roma, dove alle 15 si terra’ un incontro con l’Advisor, i rappresentanti sindacali e la Regione siciliana sul futuro dello stabilimento Fiat di Termini Imerese. Alla volta della Capitale, in vista dell’incontro di domani, partiranno nel pomeriggio circa 660 tra operai Fiat e dell’indotto: un centinaio, alle 16.30, dalla stazione ferroviaria di Palermo e alle 17,30 in circa 500 da Termini Imerese con un treno speciale messo a disposizione grazie ad un contributo della Regione. “Il futuro e’ ancora incerto”, dicono Mimmo Milazzo e Giovanni Scavuzzo, segretario generale Cisl Palermo e Fim Cisl Palermo. “Dal tavolo attendiamo – aggiungono – il chiarimento dei punti ancora oscuri come quelli che riguardano il sostegno economico e quindi gli ammortizzatori sociali per i lavoratori e il modo in cui saranno accompagnati all’avvio delle nuove attivita’, il mantenimento dei posti di lavoro per tutti i 2200 operai e la garanzia di solidi piani di industriali delle aziende che dovranno subentrare a Fiat”. “I tempi sono ormai stretti – concludono – dicembre si avvicina e sono troppe le incognite per questo ribadiamo la richiesta gia’ avanzata dal nostro sindacato alla casa automobilistica torinese, che Fiat mantenga la presenza e l’impegno a Termini fino a che tutti questi nodi non verranno sciolti”. Gli operai che partono oggi dalla Sicilia attenderanno con un sit in davanti la sede del Ministero Attivita’ Produttive l’esito dell’incontro. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com