Dall’idea all’impresa: cinque progetti in gara per il premio “Start Cup 2011”

Una piattaforma di servizi per il riuso sociale di beni confiscati, un metodo di dissalazione in grado di portare acqua potabile in siti remoti, in mezzo all’oceano o in aree colpite da disastri ambientali. E ancora, un sistema che consente a chiunque di insegnare o di apprendere on line, una scheda e un software che permettono di gestire in modo ottimale l’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. E infine la messa a punto di modelli e tecnologie informatiche e multimediali per la gestione delle risorse umane. Sono questi i cinque progetti finalisti di “Start Cup 2001”, la competizione tra le migliori idee d’impresa promossa dall’Università di Palermo e organizzata da “Sintesi” per promuovere innovazione e spirito imprenditoriale.Oggi, martedì 20 settembre 2011 alle 9.30 alla sede del consorzio Arca viale delle Scienze, edificio 16 (tra Lettere e Scienze della formazione) la premiazione dei migliori business plan presentati nell’ambito di Start Cup e la tavola rotonda con personalità del mondo accademico e produttivo. Alle 9.30. dopo i saluti del rettore dell’Ateneo Roberto Lagalla, il coordinatore di Start Cup Palermo 2011 Giovanni Perrone introdurrà le idee di impresa dei gruppi finalisti. Seguirà la tavola rotonda, moderata da Umberto La Commare, presidente del Consorzio ARCA, dal titolo “Lo sviluppo del nostro territorio attraverso la creazione di impresa innovativa”, cui prenderanno parte Marco Romano, dirigente generale del dipartimento regionale delle Attività produttive; Roberto Helg, presidente della Camera di Commercio di Palermo; Alessandro Albanese, presidente di Confindustria Palermo; Ines Montella, dell’Agenzia UK Trade & Investment, l’agenzia governativa che promuove gli investimenti e i rapporti commerciali tra aziende britanniche e italiane; Giuseppe Sajeva, di Engineering Ingegneria Informatica S.p.A.; Giuseppe Verardi di Accenture; Patrizia Valenti, dirigente dell’Area Ricerca dell’Università di Palermo; Fabio Maria Montagnino, direttore del Consorzio Arca.

L’iniziativa assegna premi in denaro alle migliori idee in forma di business plan: i primi due classificati riceveranno premi rispettivamente di 8.000 euro e 4.000 euro e avranno diritto a partecipare, insieme con i vincitori delle altre business plan competition italiane, al Working Capital-Premio Nazionale per l’Innovazione che si terrà a fine novembre a Torino. Anche per quest’edizione, il Consolato britannico di Napoli e UK Trade & Investment assegneranno un premio speciale al business plan con maggior potenziale di crescita internazionale. Il premio verrà consegnato ufficialmente dall’ambasciatore britannico in Italia durante la cerimonia degli UK-Italy Business Awards, che si terrà a gennaio 2012 alla Borsa di Milano.

Start Cup Palermo viene realizzata grazie al sostegno economico e organizzativo dell’Università degli Studi di Palermo, del Consorzio Arca, di Accenture, di Engineering Ingegneria Informatica spa, della Camera di Commercio di Palermo, dell’Associazione degli industriali della Provincia di Palermo, del Consorzio universitario di Caltanissetta, dell’International Association of Lions Clubs – Distretto 108 yb della Sicilia, di Banca Nuova, del Consolato britannico e dell’Agenzia UKTI, di Milano Finanza.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com