Province: Cgia Mestre “con abolizione risparmio di soli 509,9 mln”

L’abolizione delle Province ipotizzata in questi giorni porterebbe, in realta’, ad un risparmio molto piu’ esiguo di quanto si possa pensare: sugli oltre 13 miliardi che vengono spesi nel nostro Paese, in totale, per tutte le Province, il risparmio sarebbe appena superiore ai 500 milioni, pari appunto al 3,90% del totale. Cio’ significa che il 96,1% della spesa complessiva rimarrebbe a carico dei cittadini italiani. I calcoli sono stati realizzati dalla Cgia di Mestre che ha analizzato le spese delle amministrazioni provinciali per ogni regione e ha valutato il “peso” del risparmio che deriverebbe dalla soppressione delle Province.

“E’ un dato che non deve stupire – spiega Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre -: l’abolizione delle amministrazioni provinciali farebbe risparmiare, nel breve periodo, solo le voci di spesa riguardanti i costi della politica, che rappresentano in realta’ solo una minima parte: le funzioni, oggi in capo alle Province, e soprattutto i relativi costi di gestione e di personale, andrebbero a gravare sugli altri Enti locali che si accollerebbero le funzioni delle amministrazioni provinciali”.

La Cgia spiega che, dall’abolizione delle Province delle Regioni a statuto ordinario, deriverebbe un risparmio di 421 milioni di euro; oltre 88, invece, sarebbero i milioni di euro risparmiati se si guardassero i costi delle realta’ provinciali che si trovano nelle Regioni a statuto speciale: da queste ultime vanno escluse la Valle D’Aosta, Regione senza province, e il Trentino Alto Adige, le cui Province hanno un regime speciale. Quanto ai dati del risparmio regione per regione, si va da un minimo di 2,11% di risparmio sul totale di spesa per il Friuli Venezia Giulia (in termini assoluti pari a 10,6 milioni di euro)a un massimo di 8,97% per la Sardegna, con un risparmio di quasi 35 milioni di euro. In Lombardia il risparmio sarebbe del 3,22%, nel Lazio del 5,2% e in Sicilia del 4,79%. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com