Abusivismo dilagante nel settore turistico. Tavolo tecnico della fiavet

Un tavolo tecnico per cercare di arginare il fenomeno abusivismo nel settore turistico è  stato convocato per martedì 19 luglio, alle 9.30, all’Hotel Wagner. L’obiettivo è quello di valutare iniziative comuni da intraprendere a favore della legalità e contro l’abusivismo che sta prendendo sempre più campo nel settore dei viaggi e delle vacanze. L’iniziativa è della Fiavet insieme alle associazioni di categoria aderenti a Confcommercio, Confesercenti e Confindustria che  hanno deciso di scendere in campo per dire basta.

“La riunione – sottolinea Filiberto Manno, presidente Fiavet Sicilia – si rende necessaria alla luce della recente dichiarazione di Daniele Tranchida, Assessore Regionale al Turismo, lo scorso 23 giugno a conclusione della Conferenza regionale sul Turismo”.

In quell’occasione, infatti, l’assessore dichiarò: “gli operatori devono adeguarsi ai cambiamenti strutturali del settore. Non possiamo chiudere internet per salvaguardare le agenzie di viaggio. Così come quando Pro Loco e parrocchie diventano soggetto turistico, organizzando gite, bisogna pensare se non sia il caso di adeguarsi a questa nuova situazione di mercato attraverso nuovi strumenti legislativi”.

Tali affermazioni, riportate dal quotidiano di turismo on line  www.sicilia.travelnostop.com, hanno suscitato reazioni e commenti da parte degli agenti di viaggio siciliani, pubblicate dallo stesso quotidiano, che dimostrano il livello di sofferenza e disagio che attualmente vive il comparto.

“Una risposta inadeguata alla nostra battaglia – spiega Gino Campanella, presidente Fiavet Palermo – contro tutte le forme di abusivismo e concorrenza sleale”.

“Con un tale vuoto politico – gli fa eco Giuseppe Cassarà, presidente nazionale onorario della Fiavet – riteniamo fondamentale individuare percorsi possibili verso il ripristino della legalità e contro l’abusivismo insieme ad una ridefinizione di ruoli e funzioni tipica dei diversi soggetti imprenditoriali che concorrono alla filiera turistica”.

L’incontro sarà anche l’occasione per fare una valutazione complessiva sulle professioni turistiche ed individuare percorsi amministrativi pubblici utili ad avviare a soluzione l’annoso problema della mancanza di regole, così come hanno denunciato più volte le associazioni. Inoltre si punta a rendere più competitivo tutto il comparto che in questo periodo risente della grande crisi economica.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com