Lavoro: accordo Regione e Inps per promozione voucher

Allo scopo di promuovere lo strumento del voucher, per il lavoro occasionale accessorio, il Dipartimento Lavoro dell’assessorato regionale delle Politiche sociali e del Lavoro e l’Inps, (l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) hanno firmato un protocollo d’intesa per attivare iniziative volte a favorire l’occupabilita’ e rafforzare il sistema dei Servizi pubblici per l’impiego. L’intesa favorira’ il miglioramento qualitativo dei servizi erogati, anche attraverso il coinvolgimento dei Centri per l’impiego.

Un plauso al dirigente generale Alessandra Russo e al Direttore regionale dell’Inps, Maria Sandra Petrotta, e’ stato espresso dall’assessore regionale Andrea Piraino secondo cui “Questo accordo rendera’ piu’ accessibile il sistema dei buoni lavoro, favorira’ l’occupabilita’ e fara’ si che vi sia una maggiore diffusione sul territorio dei punti abilitati all’emissione e alla distribuzione dei voucher. Nello stesso tempo si registrera’ una maggiore informazione sulle modalita’ applicative del lavoro occasionale accessorio”.

L’Inps ha assicurato la disponibilita’ di 15.000 voucher per un valore complessivo pari ad 525.000 euro, cosi’ distinti: 7.500 voucher multipli del valore di 20 euro, per un valore nominale di euro 150.000; 7.500 voucher multipli del valore di 50 euro, per un valore nominale di euro 375.000.

Il Dipartimento regionale dell’assessorato delle politiche sociali e del lavoro, in via sperimentale, indichera’ le modalita’ per la promozione e l’erogazione del voucher per il lavoro occasionale accessorio, affidando ai centri per l’impiego i compiti di promozione ed assistenza all’utilizzo dello strumento per le imprese, i privati e i committenti pubblici, e la distribuzione diretta dei voucher cartacei fomiti dall’Inps.

L’attivita’ di erogazione dei voucher e prevista, sempre in via sperimentale, alle prestazioni di lavoro relative all’attivita’ stagionale del settore agricolo per il periodo luglio – dicembre 2011. I Centri per l’impiego individuati per la sperimentazione sono: Trapani, Castelvetrano e Modica.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com