Ragusa. Delegazione argentina di Santa Fe ospite di Legacoop per creare nuovi scambi commerciali

L’Argentina chiama, la provincia di Ragusa risponde. Una delegazione commerciale composta da 7 imprenditori argentini della regione di Santa Fe, guidati dal responsabile commerciale della Camera di commercio italiana di Rosario, Riccardo Coppola, originario di Alcamo, dal presidente di Legacoop Agroalimentare e Pesca, Pino Gullo, e dall’Ice di Palermo, sarà ospite di Legacoop Ragusa nell’ambito della convenzione con l’assessorato Risorse agricole e alimentari della Regione Sicilia. La delegazione è composta da alcuni importanti imprenditori del settore della produzione e di trasformazione di mangimi e farine per la zootecnia, l’allevamento e l’acquacoltura: ci saranno, infatti, gli ingegneri agronomi Antonio e Armando Barbini della “Barbini Y Ostoich srl” e del “Centro Desarrollo sa” di Chabas; l’agronomo Marcial Bugnon della “Cooperativa de Pescadores de San Javier”, che si occupa della trasformazione e affumigazione di pesce da fiume; l’ingegnere agronomo di Rosario, Javier De Gregorio, della “Extraloe sa” e dirigente dell’Istituto nazionale tecnologie agrarie e di allevamento della Regione di Santa Fe. A completare la delegazione Analia Rosa Beatriz Marina, Maria Ofelia Mancinelli e Clelice Francescutti della rete di agriturismo e pescaturimo di Casilda nonché componenti dell’associazione argentina “Hogar Rural” dedicata ad attività di formazione in campo agrario per donne e giovani.

Giovedì 23 giugno, in mattinata, la delegazione sarà ricevuta presso le sedi delle cooperative “Progetto Natura” di Ragusa, che opera nel mondo del latte, “Montiblei Carni” di Ragusa, che si occupa di carni bovine, e Cooperativa Marina, che invece agisce nel settore dei mangimi. A fare gli onori di casa il presidente di Legacoop Ragusa, Pino Occhipinti, nonché i gruppi dirigenti delle suddette tre cooperative. “L’obiettivo che, in questa occasione, ci siamo prefissati – spiega Occhipinti – oltre a far comprendere agli ospiti il funzionamento del sistema cooperativo delle attività ittiche ed agroalimentari siciliane, è quello di instaurare e creare nuovi rapporti che facciano da volano per l’implementazione di scambi commerciali fra gli attori economici delle due regioni. Questo, soprattutto, a partire dalla produzione di farine, mangimi e prodotti della trasformazione agroalimentare. Una occasione di grande interesse commerciale che non va perduta”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com