Lima Corporate: iniziativa importante che deve essere disincagliata dalle secche procedurali.

“Non è possibile – ha dichiarato il Sindaco Totò Burrafato che era presente all’incontro al MiSE – che il progetto industriale di Lima Corporate che prevede il reimpiego di 120 addetti dello stabilimento Fiat e dell’indotto ad oggi non può ancora partire perché non sono state ancora definite le direttive che disciplineranno il contratto di sviluppo previsto dall’Accordo di Programma sottoscritto al Dicastero di Via Veneto il 12 febbraio 2011. Il rischio che si corre è che Lima se non avrà risposte certe in poche settimane andrà ad investire altrove. Ciò sarebbe davvero il fallimento di un percorso complesso che  dapprima non è sttao in grado di scongiurare la chiusura dello stabilimento Fiat ed oggi non è in grado di garantire l’insediamento delle nuove imprese che dovrebbero garantire il totale reimpiego dei lavoratori della Fiat e dell’indotto”. “E’ chiaro che la proposta di Lima, per quanto positiva, lascia ancora  pendente la questione delle aziende del settore dell’automotive che dovrebbero garantire per il futuro la produzione di automobili a Termini Imerese”.   ma Corprate. Iniziativa importante che rischia di essere compromessa dai ritardi procedurali.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com