Palermo. Partito il 21 marzo il concorso “A scuola d’impresa” organizzato da Confindustria Palermo

Termini Imerese ha aderito al progetto “A scuola d’impresa”, presentato nei giorni scorsi presso la sede di Confindustria Palermo. L’iniziativa è nata da un’idea dell’Associazione degli Industriali per diffondere la cultura d’impresa nelle giovani generazioni, ed è stata organizzata grazie alla collaborazione del Comune di Palermo, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, dei Comuni di Carini, Corleone e Termini Imerese. Coinvolte circa 60 classi di scuole elementari e medie di Palermo e della provincia, all’incontro hanno preso parte il presidente dell’Associazione Industriali Alessandro Albanese, l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Francesca Grisafi, il direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale Rosario Leone, il presidente del Comitato provinciale Piccola Industria Giosafat Di Trapani, il sindaco di Termini Imerese Salvatore Burrafato. A partire dal 21 marzo fino all’8 aprile gli studenti visiteranno le aziende per raccogliere le testimonianze e tutte le informazioni utili per la realizzazione di un cortometraggio, utilizzando gli strumenti ritenuti più opportuni, dalla videocamera al telefonino o alla webcam di un computer. “Aprire le porte delle nostre aziende ai ragazzi – ha dichiarato il presidente di Confindustria Palermo Alessandro Albanese – è fondamentale per mostrare loro che fare impresa in Sicilia in modo sano si può, senza bisogno di migrare fuori dai nostri confini. E che l’imprenditoria, oggi, è una più che valida alternativa al posto fisso”. I filmati saranno valutati da una giuria che premierà i primi tre, nell’ambito di una rassegna cinematografica che si svolgerà a maggio. I video saranno caricati anche su youtube e il più ciccato riceverà un premio unico. Il Sindaco Totò Burrafato ha dichiarato: “aderire a questo progetto oggi, è particolarmente significativo per la Città di Termini Imerese, gravata dalla crisi industriale che porterà alla chiusura dello stabilimento Fiat. E’ per questo che il Comune ha preso parte all’iniziativa, per cercare di creare una cultura d’impresa tra i più giovani, capace di infondere speranza e gettare le fondamenta per uno sviluppo territoriale possibile e duraturo”. 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com