Florovivaismo siciliano, sino al 15 novembre porte aperte delle aziende dei distretti di settore

I comprensori di Marsala (Tp)  e di Terme Vigliatore-Milazzo (Me)  rappresentano due tra i più importanti poli del florovivaismo siciliano. Il florovivaismo marsalese occupa, nel complesso, circa 330 ettari di superficie, muove un giro d’affari di circa 20 milioni di euro ed impegna circa 1.500 addetti.

Le produzioni sono rappresentate da piante in vaso (Kentia, Ficus benjamina, Chamaedorea, Araucaria, Cycas, Phoenix roebelleni, Chamaerops humilis, lantana, Buganvillea, mirto, Hibiscus) e da alberi e arbusti per l’arredo urbano (Olea europea, Ceratonia siliqua, Nerium oleander, Schinus spp. Metrosideros excelsus, Jacaranda mimosifolia e Palmacee) e, per i fiori recisi, da rose, gerbere, lisianthus, gipsophila, girasole, ecc. Tutta la produzione floricola viene venduta all’asta nei  due mercati  “Florabella” e  “Il Contadino”.

Il florovivaismo nel territorio di Terme Vigliatore – Milazzo interessa una superficie di  circa 500 Ha. E’ rappresentato per lo più da imprenditori giovani che caratterizzano il settore come il più dinamico dell’agricoltura messinese. Le produzioni sono rappresentate da piante in vaso quali agrumi, olivi ornamentali, oleandro, mimosa, Bouganvillea e Leptospermum. Presente è anche la produzione di fiori recisi (80 Ha) che vengono venduti in prevalenza a livello locale e regionale, mentre le piante in vaso sono ormai affermate in tutta Europa.

Nella prima quindicina di novembre 2010 gli imprenditori delle due realtà apriranno le porte delle loro aziende a buyers, giornalisti, tecnici e operatori i del settore per fare conoscere il vasto assortimento delle  loro produzioni.

Dal 4 al 7 novembre 2010, l’Assessorato Agricoltura del Comune di Terme Vigliatore, con il contributo dell’Assessorato Agricoltura della Provincia di Messina, in collaborazione con i vivaisti aderenti, organizzano la  II edizione della manifestazione “Gli agrumi e le terme” che prevede, oltre alle visite ai vivai, un Workshop (5 novembre) sulle difficoltà d’accesso ai fondi europei  per le aziende florovivaistiche e la VI edizione del “Premio Tindara Buttò” con un incontro tecnico sulle innovazioni di prodotto e di processo degli agrumi ornamentali.

Dall’8 al 10 novembre 2010, l’Associazione Florovivaisti marsalesi e  l’Ente di Sviluppo Agricolo di Marsala, l’Assessorato Agricoltura e Foreste, la Camera di Commercio di Trapani, il C.R.A. di Bagheria, l’Associazione culturale Promoverde,  con il patrocinio del Comune di Marsala, organizzano la XII edizione de “Il  florovivaismo marsalese – porte Aperte.

Ancora una volta l’iniziativa si articolerà in incontri tecnici e visite guidate presso le principali aziende florovivaistiche della zona e i due mercati dei fiori “Florabella” e “Il Contadino”. L’8 novembre è previsto l’incontro tecnico “Le opportunità di sviluppo del florovivaismo siciliano”.

Le due organizzazioni operano in stretta collaborazione al fine di offrire agli operatori del settore una più ampia conoscenza dell’assortimento produttivo siciliano.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com