Unicredit: piano esuberi, i dettagli dell’accordo

L’intesa raggiunta ieri mattina fra Unicredit e sindacati sugli esuberi del Gruppo, prevede che fino al 15 novembre vi sara’ la possibilita’, per 3mila persone, di decidere l’uscita volontaria, a fronte del piano iniziale che prevedeva uscite per 4.700 unita’. Solo nel caso in cui il numero non venisse raggiunto, si procedera’ con l’uscita forzosa a partire dai dipendenti che hanno 40 anni di contributi; entro il 26 novembre un accordo specifico regolera’ il problema dei 6mila lavoratori in attesa, dallo scorso luglio, di entrare nel fondo esuberi. Altre due importanti punti riguardano la stabilizzazione a tempo indeterminato di 1.700 apprendisti e l’assunzione di 1.121 giovani. L’accordo siglato prevede inoltre, nel triennio 2011-13 per i 3mila dipendenti in uscita, incentivi per un numero di mensilita’ che varia da 16 a 6 a seconda degli anni d’uscita e dell’eta’, mentre a chi non ha ancora maturato i requisiti per la pensione saranno concessi, oltre l’incentivo, una somma che varia da 1.000 a 5.000 euro netti. Infine, un’ulteriore novita’ presente nell’accordo e’ l’istituzione di un premio aziendale per i dipendenti nel 2010, che sara’ erogato nel 2011, di importo medio pari a 2.000 euro. L’accordo e’ stato sottoscritto da tutte le sigle sindacali.

(ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com