Cantieri Rodriquez di Messina, altri 15 dipendenti in mobilità

Altri tagli ai Cantieri Navali Rodriquez. L’azienda messinese, marchio storico nella cantieristica  navale che da alcuni anni è una controllata della Immsi del Gruppo Colannino, mette in mobilità 15 dipendenti. E la reazione della Fim Cisl di Messina non si è fatta attendere. “La mobilità è sinonimo di licenziamenti -dichiara il segretario generale Nino Alibrandi. Soprattutto se arriva poco prima della scadenza della cassa integrazione in deroga al termine della procedura richiesta dalla società in 15 rimarranno senza lavoro. Se la mobilità è inserita in un contesto di rilancio del cantiere con serie e garantite prospettive future, si potrà avviare un confronto sereno. Se invece la richiesta nasce dalla volontà di liberare di ulteriori 15 professionalità, allora saremo pronti a mobilitare i lavoratori perché sarebbe l’ennesimo segnale di una smobilitazione lenta e silenziosa che denunciamo da anni”. A preoccupare il sindacato sono soprattutto i numeri dichiarati dall’azienda per un altro cantiere, quello di Sarzana in Liguria. Per la Rodriquez sono 12, ma per la Fim Cisl sono più di 200, tutti dipendenti della Intermarine, una società del gruppo Rodriquez. “Un gioco di scatole cinesi – conclude Alibrandi- che rischia di far sembrare il cantiere messinese come sovradimensionato e quindi con la necessità di tagliare costi e persone”.

Autore: Elisabetta Raffa

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com