Sabato porte aperte dei palazzi delle banche

L’appuntamento d’autunno con la felice iniziativa promossa da A.B.I., Associazione Bancaria Italiana, posta sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ritorna per il nono anno consecutivo e propone l’apertura al pubblico per un’intera giornata dei più  bei palazzi appartenenti agli Istituti di credito che aderiscono al progetto.

Sabato 2 ottobre prossimo, dalle 10 alle 19, ininterrottamente e su tutto il territorio nazionale, sarà possibile visitare gratuitamente più di 92 palazzi, tesori d’arte e di architettura solitamente inaccessibili, disseminati in 48 città italiane, grazie alla partecipazione di più di 50 banche.

Entrare nei luoghi riservati del sistema bancario ma anche negli spazi di quel silenzioso lavoro quotidiano che mai traspare all’esterno e trovare ambienti carichi di storia, architetture raffinate, stucchi e affreschi o arazzi, dipinti e sculture antiche e moderne, arredi d’epoca o installazioni d’arte contemporanea. Questo è  quanto potranno scoprire i visitatori.

A Palermo apre al pubblico la sede Intesa Sanpaolo di via Mariano Stabile 152, una delle realizzazioni più significative dell’architettura contemporanea palermitana. L’edificio che porta la firma del celebre studio B.B.P.R. si caratterizza per il salone della filiale, rinnovata da Michele De Lucchi, con i vivaci interventi di Renato Guttuso, la grande scena di pescatori della vetrata sulla parete di fondo e lo “scalone d’onore”, col moto avvolgente di un sinusoide spezzato in terracotta invetriata e foglia d’oro, a significare un paesaggio siciliano, segno visionario e coloristico nello spazio astratto dell’economia.

Dalle 10.00 alle 19.00 è possibile partecipare a visite guidate gratuite, mentre alle 17.30 le visite si interrompono per lasciare la scena all’appuntamento musicale con L’Ensemble Vocale Eufonia (si )diverte!.

L’Ensemble Vocale Eufonia propone un programma che ha come tema il divertimento nella composizione vocale, nell’esecuzione e nel sollecitare il pubblico. Il Concerto prevede una serie di Frottole e Villanelle legate tutte dalla piacevolezza, un cammino che parte dal ‘500 italiano fino ai giorni nostri.

Oltre ai diversi brani di Azzaiolo, di Gastoldi e di Zecchi, ci sarà la famosa “echo song” di Orlando di Lasso, un madrigale drammatico di Banchieri dove ” un cane, un gatto, un cucco ed un chiu’ van per spasso, far contrapponto a mente sopra un basso!”, e ancora, una marcia in stile altoatesino per banda dove le voci sostituiscono gli strumenti, un canto goliardico (con annessa banda nel finale) della piu’ tipica “fracassosità” italiana firmata Casagrande.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com