Regione, largo ai tecnici nel Lombardo quater

Sono tutti assessori tecnici, come annunciato dal Governatore Raffaele Lombardo, i componenti della nuova Giunta siciliana. Oltre ai riconfermati Massimo Russo, Piercamelo Russo, Mario Centorrino, Marco Venturi, Caterina Chinnici, Gaetano Armao, ne fanno parte, Gianmaria Sparma, Andrea Piraino, Letizia Diliberti, Sebastiano Messineo, Elio D’Antrassi, Giosue’ Marino. Sparma giovane dirigente 32enne, e’ direttore regionale della Pesca; Piraino, 64 anni, docente di diritto regionale della Facolta’ di Giurisprudenza di Palermo e’ stato fino ad oggi segretario dell’AnciSicilia; Letizia Diliberti proviene dal Dipartimento regionale delle Politiche sociali, dove fino ad oggi ha ricoperto la carica di dirigente generale; Sebastiano Messineo docente universitario, espressione dei rutelliani; Elio D’Atrassi, esperto di commercializzazione di prodotti agricoli. Infine del Lombardo quater fara’ parte anche l’ex prefetto di Palermo Giosue’ Marino, attualmente commissario nazionale antiracket.

     “E’ una giunta composta da tecnici della quale mi assumo in pieno la responsabilita’. E’ figlia di una idea: quella che la Sicilia possa ripartire e riprendere a correre”. Lo ribadisce in una nota pubblicata dal presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, sul suo blog. “Per farlo bisogna rilanciare i settori della produzione con scelte dure – continua Lombardo -. Basta con la grande distribuzione che dice ai politici che da’ 1.000 posti di lavoro nuovi, che i politici potranno poi gestire e assegnare, ma fa perdere 5.000 posti nel piccolo commercio; l’agricoltura finalmente sta abbracciando la tracciabilita’ e i controlli nei mercati per evitare che i prodotti piu’ o meno velenosi di Egitto e Turchia invadano i nostri mercati; facciamo un’unica grande azienda per lo sviluppo industriale anziche’ 10 Asi e cosi’ dicasi per le case popolari. “Bisogna – aggiunge Lombardo – risanare, evitare gli sprechi, investire bene le nostre risorse e applicare regole a tutto e a tutti. Gli assessori che abbiamo presentato garantiscono il raggiungimento di questi obiettivi, piaccia o non piaccia. Io me ne assumo la responsabilita’, l’aula valutera’. E’ iniziato un dibattito. Io ho indicato i partiti con i quali si e’ aperto un dialogo costruttivo per andare avanti. Anche gli altri deputati e i partiti che si sono messi all’opposizione possono dare una mano. La polemica sul ribaltone e’ strumentale, falsa e disonesta. Io sono il presidente eletto dai siciliani e vado avanti secondo il mio programma di risanamento e di rilancio, di innovazione e di rispetto delle regole.

      “E’ una giunta composta da tecnici della quale mi assumo in pieno la responsabilita’. E’ figlia di una idea: quella che la Sicilia possa ripartire e riprendere a correre”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com