Case popolari, vertice in Comune per risolvere contenziosi e occupazioni abusive

Affrontare con urgenza il problema dei contenziosi pendenti e dei contratti ancora da stipulare e quello delle abitazioni occupate abusivamente. Il vertice di ieri mattina a Palazzo Zanca tra l’amministrazione comunale ed i vertici dell’Istituto Autonomo Case Popolari è andato a buon fine. Seduti attorno ad un tavolo il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca, il commissario dell’Iacp Nuccio Ricciardello, l’assessore al risanamento Pippo Rao ed alcuni dirigenti dell’ente hanno chiarito le priorità da affrontare nelle prossime settimane, soprattutto riguardo alla riscossione dei canoni degli alloggi ed alla mancanza di contratti. “Quest’ultimo adempimento ancora da espletare-hanno dichiarato i responsabili dell’Iacp- è dovuto in alcuni casi all’assenza del rilascio del certificato di abitabilità, che dovrà avvenire in tempi rapidissimi. Anche se -puntualizzano- gli assegnatari non sono comunque esentati dal pagamento dei canoni o delle indennità dal momento in cui inizia la residenza nelle abitazioni”. Durante l’incontro si è discusso anche dell’annoso problema delle occupazioni abusive delle case dell’Istituto ed il Comune ha confermato la propria disponibilità ad avviare controlli a tappeto grazie alla collaborazione della polizia municipale. Intanto domani mattina l’impresa “Consortile Messina” inizierà la demolizione delle casette del villaggio Matteotti, una delle zone più degradate della città. L’assessore Rao ha garantito che i lavori saranno completati entro un mese.

Autore: Elisabetta Raffa

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com