Record negativo per la Sicilia, la disoccupazione sfiora il 14 per cento

E’ una Sicilia da record quella che emerge dal report annuale della Banca d’Italia pre-sentato ieri nell’Aula Magna della facoltà di Economia dell’Università di Messina. La disoccupazione sfiora il 14 per cento (il tasso peggiore d’Italia) e per il 50 per cento degli imprenditori la ripresa diventerà realtà solo tra due anni. Stando ai dati elabo-rati dal Centro Studi della Banca d’Italia, anche nel 2009 l’economia dell’Isola ha do-vuto fare i conti con la congiuntura negativa internazionale. A farne le spese soprat-tutto i lavoratori visto che per il secondo anno consecutivo il tasso di disoccupazione è cresciuto, attestandosi al 13,9 per cento. Aumentati di conseguenza il ricorso agli ammortizzatori sociali, la cassa integrazione ordinaria, quella straordinaria e quella in deroga. Il resoconto della Banca d’Italia, presentato dal direttore della sede palermitana Giuseppe Sopranzetti, evidenzia come i settori più colpiti siano l’industria, l’edilizia ed il turismo. Dato quest’ultimo, confermato dal fatto che il porto di Messina (nel quale si concentra quasi il 60 per cento del traffico passeggeri) nel 2009 ha registrato il 10,8 per cento di passeggeri in meno rispetto al 2008.

Autore: Elisabetta Raffa

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com