Crisi. Congiuntura Res:”In Sicilia cala potere d’acquisto famiglie”

 È disponibile online, all’indirizzo www.congiunturares.it, il secondo numero di CongiunturaRes, realizzato dall’Osservatorio Congiunturale della Fondazione Res. Questo numero di CongiunturaRes comprende un aggiornamento dello scenario di previsione relativo alle principali variabili macroeconomiche regionali e un approfondimento speciale dedicato all’evoluzione dei prezzi, dei redditi da lavoro e del potere d’acquisto in Sicilia nel triennio in corso.

Dal punto di vista produttivo la congiuntura appare ancora in fase calante rispetto alle previsioni del precedente trimestre, con tassi ufficiali di disoccupazione ai massimi storici (13,9 per cento). Questi ultimi incorporano il crescente disagio giovanile e nel settore industriale risultano ancora moderati dal diffuso ricorso alla cassa integrazione guadagni.

     Al di la’ del disagio occupazionale, per quanto riguarda la situazione economica delle famiglie, le stime offerte dalla Fondazione Res evidenziano come nell’ultimo triennio sia stata la parte piu’ ampia della societa’ siciliana, con redditi da lavoro dipendente pari in media a 34.500 euro ogni tre abitanti (in Lombardia la stima e’ di 38.700 euro per due abitanti), a scontare i piu’ pesanti effetti della crisi, registrando una flessione compresa fra i dieci e i venti punti percentuali del proprio potere d’acquisto. Inoltre i prezzi sono cresciuti in Sicilia in maniera piu’ marcata proprio per le voci piu’ importanti, come i generi alimentari, le spese per l’abitazione, i trasporti, l’istruzione e la ristorazione.

(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com