Palermo. Beni confiscati, protocollo tra provincia e 15 comuni Madonie

Un protocollo d’intesa per la costituzione, entro un mese, di un Consorzio per la gestione associata dei beni confiscati alla mafia che ricadono nel territorio del palermitano, e’ stato sottoscritto a Polizzi Generosa tra la Provincia, rappresentata dall’assessore alla Legalita’, Pietro Alongi, ed i rappresentanti di 15 Comuni delle Madonie. I beni, secondo quanto prevede l’accordo, dovranno essere utilizzati per finalita’ sociali e per iniziative imprenditoriali rivolte ad incrementare l’occupazione. In particolare nel protocollo si fa riferimento ai beni che si trovano nel feudo di Verbumcaudo, confiscato al boss Michele Greco.

“Questa iniziativa – sottolineano il presidente della Provincia Giovanni Avanti e il vicepresidente Alongi – ha come obbiettivo quello di realizzare un reale risarcimento ai territori delle Madonie per i danni sociali ed economici determinati dagli affari illeciti delle cosche mafiose. Un risarcimento che si realizzera’ utilizzando in modo produttivo i beni sottratti ai boss, sfruttarli per incrementare lo sviluppo economico del territorio e per realizzare iniziative per la diffusione e il rafforzamento della cultura della legalita’ e l’innalzamento del livello di sicurezza per tutti i cittadini”. “In tal senso – aggiunge Alongi – e’ significativo che la mia proposta di firmare l’atto di costituzione del Consorzio a VerbumCaudo sia stata accolta con entusiasmo da tutti i soggetti che hanno firmato l’intesa”.

(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com