Il Talento delle Idee: NEURESAR, BIOECOPEST e TECHLABWORKS i 3 vincitori

Quinta tappa delle premiazioni locali del concorso nazionale “Il talento delle Idee”, indetto dal Gruppo UniCredit con i Comitati Territoriali UniCredit e dai Giovani Imprenditori di Confindustria per valorizzare le migliori idee imprenditoriali innovative in Italia.  

Delle 58 candidature pervenute da Sicilia e Sardegna, la commissione esaminatrice – formata da esponenti dei Comitati Territoriali di UniCredit, dai Giovani imprenditori di Confindustria e da esperti della Fondazione FinancIdea – ha selezionato le migliori tre.

Per la NEURESAR di Cagliari ha ritirato il premio Miriam Melis. La società, attiva nel settore medico-farmaceutico, ha studiato una nuova strategia terapeutica per combattere il tabagismo. Grazie a un innovativo approccio, sarà possibile intervenire sulla molecola recettore di nicotina e sulla modulazione del sistema endogeno del cervello per bloccare gli effetti, ridurre il desiderio e impedire l’assunzione di nicotina. Lo stesso riconoscimento è spettato a Luigi Tummino di TECHLABWORKS di Catania. Il giovane imprenditore, con esperienza nel settore dell’ICT, vince con nuova soluzione per la produzione di sistemi embedded, ovvero soluzioni hardware capaci, se combinate a software che gestiscono flussi video, di estrarre informazioni e comandare azioni di controllo. La società si propone come leader nella creazione di sistemi altamente tecnologici per il settore elettromedicale, della videosorveglianza e della sicurezza.

Premiato anche Luca Ruiu della BIOECOPEST di Sassari, per la proposta di produrre e commercializzare pesticidi naturali. Un prodotto eco-compatibile, a basso costo, efficace nel contenimento biologico di organismi nocivi per l’uomo, gli animali e le colture agrarie, valida alternativa ai pesticidi chimici convenzionalmente usati.  

Per NEURESAR, TECHLABWORKS e BIOECOPEST sono previsti finanziamenti personalizzati e un programma di Master/Training altamente qualificato. 

Tra le migliori 10 proposte, al quinto e sesto posto si sono attestate due neoimprenditori messinesi: Giuseppe Ingrillì di BABYPEEL e Barbara Labate di RISPARMIOSUPER.IT. Energia e ICT i settori di provenienza delle loro proposte. Due idee di alto valore innovativo: la prima, meritevole anche di una menzione al merito, si riferisce a un nuovo sistema per convertire in energia, con l’ausilio di impianti bio-masse, lo smaltimento dei prodotti di scarto della lavorazione degli agrumi; la seconda, invece, prevede la costituzione del primo servizio internet gratuito che permetterà di comparare i prezzi dei prodotti alimentari e degli elettrodomestici in promozione nella grande distribuzione italiana in modo da poter individuare il più conveniente.  

“La rete dei Comitati Territoriali UniCredit, anello di congiunzione fra banca e territorio, ha fornito un utile supporto all’individuazione e alla valutazione dei progetti imprenditoriali più promettenti” – commenta Alessandro La Porta, responsabile Territorial Relations Department UniCredit Group – “I Comitati, in questo progetto, hanno confermato, ancora una volta, il proprio ruolo a sostegno del territorio e la capacità di essere propulsori di innovazione: tema quanto mai prioritario per lo sviluppo del nostro Paese”. 

“Il Talento delle idee ci permette di fare leva sui giovani, ideatori e suggeritori di nuove proposte imprenditoriali” – sostiene Josè Rallo, titolare dell’Azienda Vinicola Donnafugata e presidente del Comitato Territoriale UniCredit Sicilia – “L’innovazione che si diffonde e dà luogo a nuove imprese contribuisce alla crescita della classe imprenditoriale siciliana e della sua capacità di confrontarsi con le sfide lanciate costantemente dai mercati”. 

“Le start up e le proposte imprenditoriali selezionate sono state scelte dalla commissione, di cui anch’io ho fatto parte, in base a precisi criteri” – spiega Beniamino Moro direttore del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Cagliari e membro del Comitato Territoriale UniCredit Sardegna – “I vincitori si sono distinti per originalità, realizzabilità tecnica e potenzialità di sviluppo, adeguatezza delle competenze del management team, interesse del progetto per gli investitori, attrattività del mercato di riferimento, qualità e completezza dell’esposizione delle informazioni”. 

Quella del capoluogo siciliano, svoltasi presso il Palco reale del Teatro Massimo, è  la quinta delle 6 premiazioni in corso nelle altrettante aree territoriali interessate dal concorso (Emilia-Romagna – Toscana; Trentino Alto Adige – Friuli Venezia Giulia – Veneto; Piemonte – Liguria – Valle d’Aosta – Lombardia; Abruzzo – Molise – Basilicata – Puglia – Campania – Calabria; Sardegna – Sicilia; Umbria – Marche – Lazio).  

I 18 vincitori locali concorreranno, inoltre, all’assegnazione di 3 premi a livello nazionale, che saranno assegnati l’11 giugno a Santa Margherita Ligure in occasione del Convegno annuale dei Giovani Imprenditori di Confindustria. 

Il fatto che la Sicilia – osserva Marcello Cacace, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Palermo – abbia partecipato all’iniziativa con ben 49 progetti, ponendosi al terzo posto in Italia e ottenendo un secondo premio e quattro menzioni, conferma che in questa regione le giovani imprese hanno un’altissima propensione all’innovazione e alla competitività, elementi fondamentali per superare, in un contesto di riforme e di politiche per lo sviluppo, il gap infrastrutturale ed economico fra Nord e Sud del Paese”. 

Per Simone Colombo – Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Cagliari – “nel contesto di grave crisi che ogni giorno viviamo il ‘Talento delle idee’ è innanzitutto un messaggio di fiducia verso le giovani generazioni e le imprese che i Giovani Imprenditori di Confindustria, con la preziosa partnership del Gruppo Unicredit, hanno voluto lanciare nei propri territori. Per la Sardegna e la Sicilia, regioni di grande risorse intellettuali e naturali, ma da sempre obbligate a confrontarsi con i benefici e le criticità legati all’insularità, il progetto costituisce un ponte con le realtà imprenditoriali e finanziare italiane che consentirà alle idee e ai giovani premiati di aggiungere un tassello importante nella costruzione del proprio percorso imprenditoriale”. 

Ospiti alla cerimonia di premiazione, insieme ai vincitori, i neoimprenditori attestatisi fra i primi 10 classificati: Francesco Belvisi di YAM (settore nautica – Palermo), Giuseppe Ingrillì di BABYPEEL (settore energia – Messina), Barbara Labate di RISPARMIOSUPER.IT (settore ICT – Messina), Massimiliano Rinaldi di PROCESSING SYSTEMS (settore ICT – Catania), Filippo Genovese di MOBILE SERVICE S.r.l. (settore trasporti – Palermo), Flavio Trentacosti di ERRE GROUP S.r.l. (settore energia – Palermo) e Alberto Buschettu di NEURALTRONIC (settore ICT – Olbia-Tempio). 

La commissione ha assegnato inoltre 4 menzioni al merito alle siciliane YAM, MOBILE SERVICE S.r.l, BABYPEEL e PROCESSING SYSTEMS, che si sono distinte per la validità  scientifica, l’elevato livello innovativo e tecnologico, nei rispettivi settori di appartenenza, con proposte in materia di nautica, trasporti, energia e ICT. 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com