Agenzia territorio: in Sicilia 300 mila immobili fantasma

Sono 288.637 gli immobili “fantasma” in Sicilia. Si tratta in pratica di particelle immobiliari mai dichiarate al catasto rinvenute dal 2007 al 31 dicembre 2009. E’ uno dei dati del report delle attivita’ del 2009, presentato dall’Agenzia del Territorio a Palermo. Erano presenti Marco Selleri, direttore regionale, e Gabriella Alemanno, direttore generale dell’Agenzia. Il progetto sul rilevamento delle particelle immobiliari mai catastate nell’isola e’ iniziato nel 2007 con le province di Catania e Palermo e la pubblicazione di 102.611 immobili; nel 2008 e’ proseguito con le province di Caltanissetta e Siracusa e l’individuazione di 39302 immobili, per un totale complessivo nelle quattro province di 141.913 particelle. Di queste 27.477 sono state lavorate dagli uffici, un’attivita’ che ha portato all’accatastamento di 11.585 unita’ immobiliari e un incremento della rendita catastale regionale di 4.3 milioni di euro.

     A questi dati si aggiungono quelli del 2009, anno su cui ancora l’agenzia non ha operato tutti gli accertamenti. In questo caso sono stati individuati altri 146.724 immobili che si riferiscono alle altre cinque province siciliane. Dopo la pubblicazione sul sito dell’Agenzia, sulla Gazzetta Ufficiale, negli albi pretori e negli uffici provinciali e tre solleciti, nei casi in cui le posizioni non siano state regolarizzate, sara’ la stessa Agenzia a  provvedere.

Tra i dati resi noti stamani anche quelli sulle unita’ immobiliari – sono 6486 – che avendo perso i requisiti di ruralita’ sono state accatastate con valenza urbana. Per quanto riguarda le particelle immobiliari in cui ricadono edifici in costruzione, e per questo non ancora accatastate,  fino a dicembre 2009 ne sono state rilevate 165.957, di queste 10.870 sono state regolarizzate.

“Il bilancio per questo 2009  – ha detto Marco Selleri – e’ positivo. Gli obiettivi che c’eravamo preposti in base al budget sono stati pienamente raggiunti, naturalmente c’e ancora  spazio per migliorare le performance”. “Quello degli immobili fantasma e’ un problema che riguarda tutto il territorio nazionale a macchia di leopardo – ha detto Gabriella Alemanno -. A livello nazionale dall’avvio di questo progetto abbiamo recuperato in termini di rendita catastale 250 milioni di euro”.

(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com