Mafia: Lombardo “senza smentita mio governo rischiava di cadere. Andremo avanti”

“Se non ci fosse stata la smentita ufficiale della Procura di Catania, l’indiscrezione di stampa, su una presunta azione giudiziaria nei miei confronti, avrebbe fatto rischiare di far cadere il mio governo”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, a margine di una conferenza stampa, nel pomeriggio, a Catania. Secondo il Governatore “presunte indiscrezioni hanno rischiato di non fare approvare la finanziaria e quindi di fare cadere il Governo. Ieri, senza la smentita ci sarebbe stata La ricomposizione del Pdl in Sicilia e questo avrebbe fatto cadere il governo regionale, rispettando cosi’ la previsione fatta dalla frangia estremistica del Pdl di tornare a votare a novembre per le regionali”.

     “Chiedo che la Procura della Repubblica si tuteli da fughe dib notizie, che determinano conseguenze politiche”, ha detto Lombardo, che poi ha puntualizzato: “Non chiedo assolutamente un’ispezione sulla Procura di Catania”.

     “Ai magistrati – ha aggiunto – offro la mia disponibilita’ a fornire dichiarazioni anche sui termovalorizzatori”. “Se sara’ provato nelle indagini preliminari che io abbia consapevolmente sostenuto la mafia me ne andro’ un minuto prima”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, nel pomeriggio, a Catania.

Questo governo andra’ avanti. Esercitero’ comunque il mio diritto a difendermi da notizie che fuggono, a difendermi da queste illazioni”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, nel corso della conferenza stampa a Catania. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com