Infrastrutture: “Matteoli “8.7 mld assegnati al Mezzogiorno”

“Su 12.300 milioni di euro di fondi pubblici, destinati attraverso la delibera del CIPE del 26 giugno 2009 al programma delle infrastrutture strategiche, 8.766 milioni di euro (cioe’ il 71 per cento) sono stati assegnati per l’attuazione di interventi nel Mezzogiorno”. Lo ha detto il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Altero Matteoli, nel corso del Question Time alla Camera. “A questo insieme di risorse vanno aggiunte quelle relative agli investimenti ordinari dell’Anas, i quali nel triennio 2009-2011 risultano pari a 3.496 milioni di euro e quelli delle Ferrovie mdello Stato che, sempre nel triennio – ha aggiunto Matteoli -, si attestano su un valore globale di 1.100 milioni di euro”.

 

 

     “Questo Governo, sin dall’inizio della legislatura, ha ritenuto opportuno effettuare una discontinuita’ operativa nell’approccio delle strategie legate alla politica del Mezzogiorno – ha spiegato Matteoli -. Siamo convinti, infatti, che non sia sufficiente l’approvazione dei progetti, ma sia necessario un percorso di programmazione temporale delle azioni e degli interventi identificati. Sono cosi’ diventati elementi portanti di tale impostazione programmatica alcuni riferimenti progettuali localizzati nel Sud – ha proseguito il ministro -, come gli schemi idrici, gli assi ferroviari principali (cito le linee Battipaglia-Reggio Calabria, Messina-Catania e Bari-Napoli), gli assi stradali ed autostradali (quali l’autostrada Salerno-Reggio Calabria e la statale ionica), gli assi autostradali Catania-Gela, Agrigento-Caltanissetta, i grandi nodi urbani (quali quelli di Palermo, Catania, Bari e Cagliari), gli impianti portuali e, non ultimo, il grande impegno della piu’ significativa opera che realizzeremo per il sud, e cioe’, il ponte sullo Stretto di Messina”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com