Accordo tra Intesa Sanpaolo e Confesercenti: 1 miliardo di euro per le imprese del commercio

Intesa Sanpaolo e Confesercenti hanno firmato un accordo che destina alle imprese associate un plafond di 1 miliardo di euro. L’obiettivo è sostenere le piccole imprese del commercio, del turismo e dei servizi, assicurando loro la liquidità necessaria per soddisfare le esigenze di cassa e per realizzare programmi di rafforzamento patrimoniale e nuovi progetti.

L’accordo, sottoscritto dal Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, e dal Presidente di Confesercenti, Marco Venturi,  traduce in un atto concreto la necessità di unire le forze e garantire la continuità dell’afflusso di credito al sistema produttivo e distributivo, salvaguardando i livelli occupazionali e consolidando i presupposti  per la futura ripresa economica.  

Il pacchetto di iniziative predisposto da Intesa Sanpaolo per Confesercenti si articola per specifiche aree di intervento.

Rafforzamento patrimoniale

Finanziamenti rivolti alle aziende costituite in forma di società di capitali che intraprendono processi di rafforzamento patrimoniale.

Flessibilità  dei finanziamenti

Finanziamenti studiati per consentire alle imprese di gestire in forma flessibile il prestito in corso di ammortamento, in termini sia di ulteriori erogazioni sia di estensione della durata del finanziamento.

Sviluppo produttivo

Il principale strumento di intervento è un finanziamento a medio–lungo termine finalizzato a sostenere ogni tipologia di investimento correlato all’attività economica professionale dell’associato. Sono finanziabili gli investimenti già ultimati da non oltre 12 mesi dalla data di presentazione della domanda, nonché quelli ancora in corso o da realizzare.

Capitale circolante

Allungamento scadenze breve termineFinanziamento scorte, Finanziamento imposte e mensilità aggiuntiveFinanziamento Liquidità Businessper il ripristino di liquidità e progetti di ristrutturazione finanziaria, polizza Copertura rischi crediti commerciali,  Anticipo Transato. 

Il coinvolgimento delle strutture territoriali di Intesa Sanpaolo e di Confesercenti consentirà di declinare l’accordo a livello regionale e di essere più vicini alle imprese. Intesa Sanpaolo agisce attraverso le 6.200 filiali della Banca dei Territori distribuite in tutto il Paese. Confesercenti può contare su 135 articolate organizzazioni territoriali. L’intervento dei Confidi di riferimento contribuirà a rendere più agevole l’utilizzo degli strumenti di garanzia e più fluido l’accesso al credito. 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com