Editoria: due ddl a sostegno emittenza locale

Aiutare l’editoria locale, dalla carta stampata alle emittenti radio-tv passando per le testate telematiche, attraverso l’erogazione di contributi regionali. E’ quanto previsto da due disegni di legge presentati alla commissione Attivita’ produttive dell’Assemblea regionale siciliana. Il primo e’ stato depositato da Salvino Caputo, presidente della Commissione e deputato del Pdl, e Giuseppe Lupo, segretario regionale del Partito democratico; il secondo reca invece la firma del vicepresidente della commissione ed esponente del Pd, Pino Apprendi. I contenuti dei due ddl, che confluiranno in un unico disegno, sono stati presentati stamani dai firmatari nel corso dell’audizione con i rappresentanti dell’editoria locale. Gli aiuti riguardano le emittenti radiotelevisive locali, la carta stampata (con il limite di tiratura compreso tra cinquemila e ventimila copie di cui almeno il 70% effettivamente distribuite anche mediante spedizione postale), le testate online con almeno mille contatti per edizione.

     Questi gli aiuti previsti: per radio e tv l’erogazione di contributi in misura massima del 50% delle spese sostenute per l’energia elettrica e l’utenza telefonica; per la carta stampata

sono concessi contributi in misura massima del 50% per l’acquisto di carta e per la stampa e in misura pari al 75% delle spese sostenute e documentate per la distribuzione/spedizione del

prodotto. Per le testate sul web si prevede invece il contributo in misura massima del 50% dei costi sostenuti per l’energia elettrica e nella misura massima del 75% per la connessione

telefonica.

     Il segretario del Pd ha inoltre annunciato che presentera’ un emendamento per l’erogazione di un contributo pari al 50% dell’abbonamento alle agenzia di stampa.

“Con questi disegni di legge – ha aggiunto  Apprendi – interveniamo su due fronti: il primo e’ la tutela dei livelli occupazionali, il secondo e’ la difesa della liberta’ d’informazione, considerato un valore fondamentale e dal quale non si puo’ prescindere”.

     “Soddisfazione per l’attenzione concreta dimostrata nei confronti del settore” e’ stata espressa dal presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sicilia, Franco Nicastro, che ha sottolineato l’opportunita’ di “riservare piu’ attenzione ai rapporti contrattuali, facendo si’ che anche le collaborazioni siano disciplinate da regolari istituti contrattuali, e precisare in maniera piu’ chiara sia le norme relative ai limiti pubblicitari sia i criteri per l’individuazione delle testate online beneficiarie degli aiuti”.

(ITALPRESS). 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com