Piano casa: approvato articolato della legge, tensioni in aula

L’Assemblea regionale siciliana nella tarda serata di ieri ha completato piano casal’esame del Piano casa, rinviando il voto finale a martedi’ prossimo. Nel corso della lunga seduta non  sono mancate le tensioni tra le forze politiche. I deputati del Pdl e dell’Udc hanno abbandonato l’Aula in segno di protesta contro la norma – poi ritirata dal Governo su richiesta del presidente Francesco Cascio, che l’ha definita “scandalosa” – sulla cosiddetta delocalizzazione nelle zone di inedificabilita’ assoluta. Gli emendamenti riguardanti i centri storici sono stati invece stralciati e formeranno l’oggetto di un altro ddl. Per il Pdl Sicilia il testo e’ “una vittoria su tutti i fronti”. “Abbiamo mostrato fermezza e coesione nel chiedere e ottenere l’estensione dei benefici di legge anche per le attivita’ produttive – dice il capogruppo Giulia Adamo -, onesta’ e lealta’ alla linea di rigore posta in essere correttamente dal governo regionale, ritirando tutti gli emendamenti, e siamo riusciti a smascherare coloro che, abbandonando l’aula e non accettando il confronto democratico, hanno dimostrato di avere come unico scopo quello di far deflagrare la maggioranza e non, invece, di contribuire a produrre una legge utile ai siciliani. Sempre piu’ ‘lealisti’ ai propri interessi e sempre meno a quelli della Sicilia”. Anche il Pd si e’ detto soddisfatto della legge, mentre il Pdl ufficiale e l’Udc per stamattina alle 10 hanno convocato una conferenza stampa nella Sala Rossa di Palazzo dei Normanni.

     Nel corso della seduta di ieri sera il Governo Lombardo ha inoltre accolto due ordini del giorno riguardanti  le iniziative a sostegno dell’emittenza radiotelevisiva locale e l’utilizzo dei fondi ex Gescal per il recupero del patrimonio edilizio regionale. La Giunta ha accolto come raccomandazione altri due documenti sulla redazione del piano rischi regionale e sull’incremento delle risorse finanziarie per il recupero dei centri storici. I lavori dell’Assemblea continueranno oggi pomeriggio, a partire dalle 16, con all’ordine del giorno la discussione dei disegni di legge sulla gestione integrata dei rifiuti e sull’ordinamento della professione di maestro di sci. 

(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com