Credito agricolo: a fine mese scadenza richieste alla Crias ed entro l’anno le risorse

Le imprese agricole potranno fare richiesta di accesso ai finanziamenti di credito agevolato gestito dalla Crias fino al 30 novembre 2009. La nuova forma di finanziamento agevolato, attivo già dal 16 novembre, consente alle imprese agricole di sopperire alle esigenze dell’annata agraria acquistando scorte a un tasso agevolato, pari al 40 per cento del tasso di riferimento della Banca Centrale Europea, aumentato di un punto. Nel caso di imprese di nuova costituzione (imprese costituite dopo l’1 gennaio 2009) o gestite da giovani agricoltori sotto i 40 anni, la percentuale applicata sarà del 30 per cento. Per le aziende di produzione primaria, l’importo massimo erogabile è di 50mila euro. Il tetto potrà arrivare fino a 500mila per le imprese associate che operano nel settore della lavorazione, trasformazione e commercializzazione

In soli due giorni, come ha riferito il presidente della Crias, Rosario Alescio, sono già arrivate alla Crias oltre 2000 richieste. “E’ evidente che il credito per gli imprenditori, in questa fase, è uno strumento necessario e irrinunciabile per ridare impulso alle loro aziende e linfa ai loro progetti di sviluppo”. E’ il commento del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, in merito al consenso degli agricoltori rispetto all’istituzione del Fondo.

Il presidente Lombardo rassicura, inoltre, gli agricoltori che non riusciranno a rientrare nella graduatoria: “A breve, rimpingueremo i 15 milioni di euro del fondo. In sede di giunta abbiamo già deliberato altri 25 milioni di dotazione per intervenire in modo più efficace in questa fase di crisi così pesante”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com