Filt Cgil, mancata firma di contratto di servizio Regione-Fs rischia di produrre danni

 

 “La mancata firma del contratto di servizio tra Regione e Ferrovie per l’utilizzo di risorse fino a 110 milioni rischia di fare peggiorare il trasporto ferroviario in Sicilia”: lo denuncia Franco Spano’, della segreteria regionale della Filt Cgil. Il ritardo, secondo l’esponente sindacale, “potrebbe peraltro fare perdere alla Sicilia l’opportunita’ di finanziamenti statali aggiuntivi sul nuovo materiale rotabile che altre regioni hanno gia’ avuto assegnati”. “A fronte di un servizio ferroviario con molti problemi- osserva Spano’- e’ inconcepibile che non si sfruttino pienamente risorse che potrebbero servire a velocizzare le tratte, a migliorare i servizi e i collegamenti e questo per un rivendicazionismo sterile della Regione che non tiene conto del fatto che con il decreto Milleproroghe le sono state assegnate tutte le competenze in materia , e nonostante la molta propaganda fatta su un’ipotesi di contratto”. L’esponente della Filt sostiene che “il ritardo ha gia’ prodotto la soppressione di  treni e servizi come la metroferrovia di Messina, che era stata appena inaugurata”. Il tutto, conclude, in un quadro gia’ difficile, “che ha visto la Sicilia  penalizzata dai tagli sui cargo, sui treni notte, sui servizi, sull’attraverso dello Stretto e sulle manutenzioni e riparazioni”. 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com