Investimenti e sviluppo in Sicilia, oggi un convegno Uil con Luigi Angeletti

angelettiIl segretario della Uil, Luigi Angeletti, Stefania Craxi, Gianni De Michelis e poi ancora economisti ed esperti di strategie per lo sviluppo: tutti intorno a un tavolo per affrontare i problemi della crescita del Mezzogiorno siciliano all’interno dell’area del Mediterraneo. E’ questo il tema di una giornata di confronto organizzata dalla Uil Sicilia che si svolgerà venerdì 16 ottobre a Palermo, nel complesso di Palazzo Steri a partire dalle 9,30. Sul tavolo anche i problemi legati all’investimento dei fondi Fas e delle risorse di Agenda 2007. “Il Mediterraneo, l’opportunità di sviluppo per l’Europa”: è il titolo del convegno. “Dal Mediterraneo – spiega Claudio Barone, segretario regionale della Uil – passano tutti i futuri flussi di sviluppo. A questa grande opportunità devono tendere le scelte dello Stato e delle classi dirigenti del Mezzogiorno. Bisogna interpretare il cambiamento e mettere da parte la difesa di interessi localistici. Per questo la Uil dice no al dirottamento di risorse verso l’assistenzialismo. E dice no anche al dirottamento di risorse esclusivamente verso il Nord perché significherebbe difendere in modo sterile qualche città a scapito di tutto il resto del Paese. E’ indispensabile invece investire più risorse in infrastrutture e sviluppo”. Fra gli interventi previsti, anche quelli di Roberto Lagalla, rettore dell’Univesrità di Palermo, Carmelo Barbagallo, Carlo Fiordaliso e Paolo Pirani segretari confederali UIL, Lelio Cusimano, presidente della Fondazione Federico II, e Vincenzo Falgares, direttore generale del dipartimento Cooperazione della Regione.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com