Cammarata verso la riconferma alla presidenza Anci ma intanto vara raddoppio Irpef per Palermo

diego cammarataDovrebbe essere ratificato il giunta, oggi, il provvedimento che dà il via libera al raddoppio dell’addizionale Irpef a Palermo. L’aliquota passerà da 0,4 a 0,8 per mille. Una scelta legata «alla necessità – ha spiegato il sindaco di Palermo e presidente uscente dell’Anci, Diego Cammarata –  di risorse per gestire l’emergenza rifiuti. I palermitani – aggiunge – spero capiscano la necessità di questo aumento, che non inciderà molto sul contribuente. Chi ha un reddito di 130 mila euro pagherà poco più di 100 euro l’anno di aumento». In base al decreto firmato dal presidente del Consiglio, proprio per la città di Palermo, entro il 30 settembre il Comune deve approvare l’aumento. La delibera di giunta non deve passare dal consiglio comunale per essere operativa. Quest’ultimo, già lo scorso luglio, aveva bocciato il tentativo della giunta di aumentare la Tarsu (tassa sui rifiuti) e aveva anche rinviato il provvedimento dell’Irpef agli uffici comunali.

Nel corso del vertice Anci, Cammarata ha ripresentato la candidatura alla presidenza e ha spiegato di seguire «l’indicazione del mio partito e del centro-destra. L’Anci – ha proseguito Cammarata – è un’associazione dove le nomine vengono fatte attraverso la designazione dei partiti e poi si va in assemblea». «Non mi sento accerchiato – ha aggiunto il sindaco di Palermo –  sento le difficoltà di tutte quelle persone che ricoprono cariche di responsabilità. Devo comunque sottolineare che c’è un imbarbarimento delle contrapposizioni politiche e la voglia di spostare l’attenzione su fatti marginali e inesistenti».

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com