Vertenza Ferrovie, Lombardo chiede lumi ai sindacati

Un documento circostanziato per fare chiarezza sulla reale situazione delle Ferrovie dello Stato in Sicilia e nell’area dello Stretto in particolare. A chiederlo il presidente della Regione Raffele Lombardo, che durante l’incontro di ieri con il segretario generale della Cisl di Messina Tonino Genovese e con il segretario della Fit Cisl Messina Enzo Testa, ha espresso la volontà di saperne di più sul  nuovo contratto di servizio delle FS per la Sicilia e sugli effetti che la dismissione preannunciata da Trenitalia e RFI potrebbe avere sull’occupazione del comparto ferroviario in Sicilia.  “Abbiamo approfondito con il presidente Lombardo tutta la vertenza Stretto che da tempo interessa Messina -ha dichiarato dopo l’incontro Genovese- ed i risvolti che il nuovo contratto di servizio avrà sul traffico dei treni a lunga percorrenza, che tra la Sicilia e l’area dello Stretto riguarda migliaia di lavoratori. Come sindacato, stiamo provando tutte le strade possibili perché Ferrovie dello Stato non abbandoni lo Stretto di Messina, l’area che subirebbe le peggiori conseguenze dal punto di vista occupazionale. Una presenza, quella del vettore pubblico, che consideriamo elemento fondamentale per lo sviluppo, l’occupazione e la qualità della vita della nostra comunità”.

Autore: Elisabetta Raffa

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com