Catania, i sindacati dànno la sveglia a comune e Provincia

“Regione, Provincia e Comune diano segnali concreti di attenzione, commisurata all’inedita iniziativa che tutte le parti sociali, organizzazioni sindacali e imprenditoriali, hanno significativamente messo in campo con la recente firma congiunta del documento costitutivo del Tavolo per Catania. Ai rappresentanti delle istituzioni sono state offerte idee e sollecitazioni per combattere la crisi straordinaria in continuo aggravamento che sta investendo tutto il territorio etneo. Per questo, i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil Francesco Battiato, Alfio Giulio e Angelo Mattone chiedono un incontro urgente, propositivo, con il presidente della Regione Raffaele Lombardo, il presidente della Provincia Giuseppe Castiglione e il sindaco Raffaele Stancanelli”.

A sette giorni dalla firma del patto, proposto dalle organizzazioni sindacali e sottoscritto da Ugl, Acli, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Cia, Confindustria, Apindustrie, Confcooperative, Agci e Legacoop, i leader etnei di Cgil, Cisl e Uil scrivono ai vertici di Regione, Provincia e Comune. Francesco Battiato, Alfio Giulio e Angelo Mattone ribadiscono, tra l’altro, “la richiesta di un’intesa Stato-Regione per alimentare gli ammortizzatori sociali e definire un programma pluriennale di riscatto dall’attuale handicap infrastrutturale”. Cgil, Cisl e Uil, altresì, “sollecitano a Provincia e Comune la definizione di misure finalizzate al mantenimento dei livelli di prestazioni sociali per i soggetti bisognosi e per le famiglie indigenti”. Battiato, Giulio e Mattone chiedono, infine, ai rappresentanti delle istituzioni politiche “un confronto sulle proposte elaborate dal Tavolo per Catania per assicurare sostegno al reddito dei lavoratori e alla capacità di spesa delle famiglie. E ancora per incentivare le imprese, varando anche provvedimenti capaci di esaltare l’economia del territorio costituendo, ad esempio, un fondo di rotazione e di garanzia a partecipazione mista pubblica e privata che consenta l’immediata erogazione di risorse attraverso il sistema dei fidi”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com