Ammortizzatori sociali in deroga, firmato accordo per Sicilia

Ieri a Palermo, presso la sede dell’Assessorato regionale al Lavoro, l’assessore Luigi Gentile e le parti sociali, hanno firmato l’ accordo quadro della Regione siciliana per gli ammortizzatori sociali in deroga a valere sugli anni 2009 – 2010.  “Gli ammortizzatori sociali oggetto dell’accordo – ha affermato Gentile – saranno collegati con degli appositi programmi di orientamento e di riqualificazione professionale, di sostegno all’occupazione e alla ricollocazione lavorativa. Le risorse statali sono disponibili per interventi relativi a richieste presentate dal 1 gennaio 2009 e sono utilizzabili secondo i criteri e le modalità elencate nell’accordo firmato oggi a Palermo, tra cassa integrazione, indennità di mobilità, ed indennità di disoccupazione. Le percentuali di ripartizione potranno essere variate d’intesa con le Parti sociali. Le stesse risorse – sottolinea Gentile – saranno assegnate con priorità ai dipendenti di imprese sottoposte a tutela per effetto di comprovate azioni estorsive ovvero sottoposte a provvedimenti di sequestro giudiziario o confisca per fatti di criminalità organizzata semplice o mafiosa.
Le risorse possono essere utilizzate con riferimento a tutte le tipologie contrattuali di lavoro subordinato, compresi i contratti di apprendistato e di somministrazione, e quindi sono esclusi dall’applicazione dell’accordo quadro i lavoratori autonomi ed i cosiddetti parasubordinati, che accedono ad altri benefici di legge. Sarà data inoltre priorità ai lavoratori che non hanno mai goduto di ammortizzatori sociali. “L’accordo quadro – ha commentato Gentile – è un’altra efficace risposta del governo siciliano alle istanze occupazionali legate alla crisi economica sempre più grave ed incombente”. “Insieme alle parti che oggi hanno firmato il documento – ha concluso l’assessore – ci incontreremo periodicamente per monitorare l’andamento dell’utilizzo degli ammortizzatori sociali e comunque, di norma, con cadenza mensile. Ed ogni mese attendiamo dagli Enti preposti al monitoraggio degli ammortizzatori sociali, delle relazioni sull’andamento dei flussi spesa”.
La supervisione è affidata all’Autorità di gestione dato che l’assessorato si impegna alla compartecipazione del pagamento del sostegno del reddito quale indennità di partecipazione e/o frequenza ai percorsi di politica attiva del lavoro, pari al 30% del totale delle prestazioni, secondo le regole del FSE. I servizi e le iniziative di politiche attive del lavoro saranno realizzati tenendo conto della programmazione regionale degli interventi e del loro adattamento alle situazioni di crisi. I beneficiari degli ammortizzatori sociali in deroga previsti dal presente accordo sono obbligati a partecipare ad ogni iniziativa adottata al riguardo dalla Regione siciliana.
– 31 luglio 2009 –

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com