Confindustria. FS- sindacato

Ivo Blandina rieletto alla presidenza di Confindustria Messina
L’Assemblea di Confindustria Messina ha eletto presidente per il biennio 2009-2011 Ivo Blandina, imprenditore attivo nel settore della logistica e del turismo, confermandolo nella carica che riveste dal 2007.
“Quest’Assemblea – ha detto Blandina ai soci – si svolge in un momento di drammatica congiuntura internazionale che sta danneggiando tutto il sistema produttivo nazionale e che colpisce in maniera ancora più pesante le aree economiche più deboli del Paese, come certamente è la Sicilia. Nella nostra provincia gli effetti negativi della crisi sono ulteriormente amplificati da un tasso di inefficienza della Pubblica Amministrazione ormai non più tollerabile e che deve essere continuamente denunciata con fermezza da tutte le forze sane della società civile. Non è tollerabile che in questa situazione di crisi siano fermi in varie stanze degli assessorati regionali progetti di investimento cantierabili pari a 5 mld di euro, perché mancanti di pareri o di firme di autorizzazione”.
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
Fs-sindacato, un flop tavolo tecnico al comune. Oggi attivo Uil sui trasporti (El.Ra)
E’ sempre più braccio di ferro tra i sindacati e le Ferrovie dello Stato. Il tavolo tecnico organizzato venerdì scorso in Comune non ha prodotto i risultati sperati ed ha inasprito la vertenza. Stamane si terrà presso la Uil un attivo sui trasporti, ma per i sindacati non ci sono i margini per procrastinare ulteriormente la soluzione dei numerosi e gravi problemi del settore ferroviario siciliano. Innanzitutto la contrazione degli investimenti destinati al settore ferroviario in Sicilia, visto che negli ultimi 3 anni nell’Isola è arrivato solo l’1,2 per cento delle somme spese per l’intera rete nazionale. Ma in discussione ci sono anche la riduzione dei posti di lavoro, dopo il taglio del 30 per cento degli anni passati in futuro si prospetta la perdita di altre 1800 unità, il crollo del 40 per cento del movimento merci e passeggeri (attualmente sono previste solo 36 corse ogni giorno, 18 per i treni passeggeri e l’altra metà destinati ai vagoni merci) e il problema della sicurezza, visto che nella stazione di Messina solo una parte dei vagoni che trasportano merci pericolose riesce ad essere smaltito in giornata. Il prossimo incontro del tavolo istituzionale è stato fissato per martedì 4 agosto.
– 28 luglio 2009

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com