Cna. Confapi.

 
Giovedì i risultati di una indagine della Cna sulla crisi economica

“Occorreranno ancora dei mesi per fare il punto su quanto ci riserva il post-crisi. La Provincia di Siracusa è una realtà che non è stata immune dai suoi effetti deleteri”, è questo l’esordio di un allarmato documento della Cna di Siracusa sull’attuale situazione di crisi economica.
Alla luce di questo andamento preoccupante la Cna ha deciso, di concerto con le altre realtà CNA delle province siciliane, di avviare un indagine nel territorio per capire lo stato reale della crisi delle nostre imprese.
A tal proposito è stato somministrato un questionario ad un campione di 90 aziende tra i settori manifatturiero, delle costruzioni e dei Servizi. Oggetto dell’indagine è stato il rapporto tra le imprese ed il credito, il trend di fatturato nel primo trimestre 2009 e la politica occupazionale adottata.
I dati e i risultati di questa indagine in provincia di Siracusa, verranno illustrati giorno 09 Luglio alle ore 10.00 presso la Sala riunioni CNA di Via Trapani, 80 a Siracusa, nel corso di una Conferenza Stampa alla quale parteciperanno il presidente provinciale di CNA Siracusa, Antonino Finocchiaro, il segretario Pippo Gianninoto e l’intera presidenza provinciale.

Xxxxxxxxxxxxxxxxx

Fondi ricerca e sviluppo, la Confapi critica esclusione aziende per mancanza di fondi

“Una penalizzazione inaccettabile che suona come un’autentica beffa”. Nello Lentini, componente della giunta nazionale di Confapi (60 mila imprese, un milione e mezzo di addetti in tutta Italia) boccia senza appello assieme al presidente Paolo Galassi l’esclusione di oltre 20 mila imprese che sull’intero territorio nazionale hanno presentato domanda per accedere ai finanziamenti per il credito d’imposta su ricerca e sviluppo chiedendo al ministro dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti un impegno preciso a finanziare la misura per quelle che hanno investito e che per questo ora si ritrovano paradossalmente in una condizione di svantaggio.
” Un problema che soprattutto in Sicilia, e nella provincia di Siracusa in particolare che vede il proprio tessuto economico e produttivo connotato da un’accentuata presenza di piccola e media industria – ha spiegato ancora Nello Lentini – si presenta con toni decisamente più allarmanti. La gran parte delle imprese che in passato ha utilizzato il sistema del credito di imposta ha continuato ad investire in innovazione, ricerca e sviluppo: dire adesso che i fondi non ci sono, vuol dire gettare sale su ferite aperte e sanguinanti. Ma altrettanto discutibile è anche la scelta di detassare gli utili nelle piccole e medie imprese: da anni si tira la cinghia per provare a sopravvivere – ha concluso Nello Lentini – e di utili non se ne vede nemmeno l’ombra. Detassare qualcosa che, si sa bene, non esiste nemmeno è un’autentica beffa”.
– 7 luglio 2009 –

Autore:

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com