P.A., burocratese, la Spina, borsa mediterranea, formazione, sciopero, trasporti, rendicontazione, tpl, industriali, imprese, vinitaly, cimino,indennità, pasqua, rotary, credem, patrimonio legislativo, fideo

P.A., comunicazione pubblica: un volume contro il “burocratese”
Semplificare il burocratese per rendere l’apparato della pubblica amministrazione uno strumento di reale servizio per la collettività. E’ la ricetta, frutto di un’analisi congiunta tra un sociologo ed un funzionario pubblico, fornita dal volume “Comunicazione pubblica e burocrazia” (Edizioni Franco Angeli) presentato mercoledì nella Sala Gialla di Palazzo dei Normanni a Palermo e scritto a quattro mani da Antonio La Spina – ordinario di Sociologia presso l’Università di Palermo, e da Antonino Cangemi – dirigente presso la Regione Siciliana.

Turismo: la Sicilia alla Borsa Mediterranea di NapoliAnche quest’anno la Regione Siciliana è presente alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli. La fiera, ospitata nella sede della Mostra d’Oltremare, inizia domattina e si conclude sabato. E’ una delle principali borse turistiche del settore business to business dell’area mediterranea. ”A Napoli, alla presenza dei buyers di tutto il mondo – spiega il vicepresidente della Regione siciliana e assessore al Turismo, Titti Bufardeci – presentiamo le linee guida per incentivare il turismo in Sicilia. Il segmento del lusso e’ una della nuove proposte della Bmt di quest’anno, e la Sicilia, grazie anche agli investimenti effettuati nel settore alberghiero ed extralberghiero con il sostegno dei fondi Por, si presenta con le carte in regola per diventare l’hub euromediterraneo di questo segmento ad altissimo valore aggiunto”. ”In questa logica – conclude Bufardeci – va inserita la scelta del governo e del parlamento siciliano di puntare al golf come attrattore per la crescita dei flussi turistici”. (ASCA)

Formazione: Cisl-Cgil-Uil a Regione, pronti a nuovo scioperoE’ in subbuglio il mondo siciliano della formazione professionale. Cgil Cisl e Uil contestano all’assessore regionale al Lavoro, Carmelo Incardona, di non dare corso agli ”impegni assunti a seguito dello sciopero del 31 marzo, che ha visto migliaia di lavoratori in piazza, a Palermo”. Cosi’, i sindacati hanno inviato una dura nota al presidente della Regione, Raffaele Lombardo. A firmarla, Italo Tripi per la Cgil, Maurizio Bernava per la Cisl e Claudio Barone della Uil. I confederali denunciano ”l’impasse istituzionale” di questi ultimi giorni e danno ”ventiquattr’ore di tempo al governo affinché adempia agli impegni assunti”. In mancanza di riscontri, rende noto la Cisl, ”i sindacati di categoria daranno vita a ulteriori iniziative di mobilitazione, compreso il ricorso ad altri giorni di sciopero”. E per le 17,30 di domani, a Ragusa, le organizzazioni della scuola di Cgil Cisl e Uil hanno organizzato un primo sit-in di protesta ”contro l’assessore Incardona”. Con lo sciopero di martedì, spiegano, abbiamo chiesto ”interventi urgenti per l’avvio delle attività, la corresponsione delle retribuzioni; lo stop all’espansione del sistema con l’ingresso di nuovi enti. E procedure di concertazione per il riordino legislativo e amministrativo del settore”. I segnali che arrivano, sottolineano Cgil Cisl e Uil, sono invece ”tutt’altro che rassicuranti: le procedure che si intendono seguire sono farraginose e burocraticamente lunghe sia per l’erogazione dei quattro-dodicesimi di retribuzione che riguardo all’inizio delle attività formative, secondo le indicazioni della seduta del 5 marzo della commissione regionale per l’impiego”. Da qui, la proclamazione dello stato d’agitazione e l’organizzazione del sit-in. (ASCA)

Trasporti, online su sito Regione rendicontazione per tplE’ disponibile nella sezione ”Documenti” del sito della Regione siciliana (www.regione.sicilia.it/turismo/trasporti/) la documentazione relativa alla rendicontazione, per il Tpl (Trasporto pubblico locale su gomma), delle percorrenze chilometriche contrattuali relative al periodo di vigenza del 2007 (compreso tra la data del DDG di approvazione del contratto ed il 31 dicembre 2007). (ASCA)
Crisi: Industriali Palermo, “stato emergenza per imprese e piano rilancio”
“Nell’ultimo semestre le richieste di cassa integrazione sono aumentate con percentuali a doppia cifra. Dallebanche si avverte la tendenza a restringere gli impegni a breve nei confronti del sistema produttivo”. Confindustria Palermo e il distretto produttivo della Meccatronica hanno tracciato un’analisi della congiuntura e proposto una piattaforma per fronteggiare lo stato di calamità e tracciare il percorso verso il rilancio. “A oggi il pessimismo della ragione è d’obbligo – sostengono gli industriali -: il nuovo quadro comunitario non e’ nei fatti ancora partito, i settori di intervento individuati dalla programmazione sono troppo numerosi, la programmazione e la spesa delle politiche formative viaggiano ancora distanti dal mondo della produzione e sino ad ora in cabina di regia e’ sembrata prevalere l’indecisione. Ma ancor piùsembra mancare una chiara politica normativa e di investimenti in grado di determinare una mobilitazione del mondo produttivo verso un nuovo ciclo espansivo. L’idea guida di un ciclo economico fondato sulle ‘green technologie’ ci sfiora ma non si afferma come orizzonte di riferimento in grado di far marciare di pari passo investimenti pubblici, investimenti industriali, mercati e domanda di qualità della vita”.(ITALPRESS)

Fisco e vino, al Vinitaaly la nuova guida per le aziende
Sarà presentata al Vinitaly a Verona, come utile strumento di lavoro per chi opera nel comparto, la brochure “Fisco e Vino” che l’assessorato Bilancio e Finanze della Regione Siciliana ha realizzato con la collaborazione della Direzione regionale della Sicilia dell’Agenzia delle Entrate, dell’assessorato Agricoltura e Foreste e di Riscossione Sicilia. Con “Fisco e Vino” si è voluto fornire una guida pratica delle implicazioni di carattere fiscale e delle agevolazioni che accompagnano il ciclo del vino, dalla coltivazione della vite alla produzione e vendita del prodotto finale, con particolare riguardo ai contenuti della vigente normativa, (imposte sul reddito, Irap, imposta sul valore aggiunto, accise e imposta comunale sugli immobili), nonché alle deduzioni, esenzioni ed agevolazioni previste dalla Regionale Siciliana (esenzioni Irap – de minimis – per le imprese di nuova costituzione; agevolazioni in materia di imposte di registro, ipotecarie e catastali per atti di compravendita dei terreni agricoli ex art. 60 della l.r. n. 2/2002) e dalla legislazione statale (proprietà contadina, accisa sul gasolio, produzione e cessione di energia nel settore agricolo, esenzioni sui fabbricati rurali, etc.).La guida contiene, altresì, le schede sintetiche descrittive degli interventi previsti per il settore vitivinicolo del Programma di Sviluppo Rurale Sicilia 2007-2013. “La nostra attenzione verso questo settore è testimoniata – afferma Michele Cimino, assessore al Bilancio – dall’adozione di iniziative finalizzate a rafforzare il tessuto economico anche attraverso misure volte a ridurre la pressione fiscale con l’introduzione di regimi di esenzione Irap per particolari tipologie di imprese quali: imprese giovanili e femminili, imprese di nuova costituzione, imprese operanti nei settori dell’artigianato, dell’agro-alimentare, ossia in quegli ambiti che hanno espresso maggiore dinamismo.”
Legislazione, on line l’intero patrimonio legislativo siciliano
E’ on line dal primo aprile l’intero patrimonio legislativo regionale consultabile velocemente con un semplice click. Grazie al progetto “Banca Dati Legislazione Regionale”, avviato su iniziativa del dipartimento regionale Bilancio e Tesoro, sarà possibile accedere direttamente dal portale dell’amministrazione regionale, alla consultazione online della più vasta e completa raccolta normativa e prassi regionale siciliana, nazionale e comunitaria, annotata e commentata con la giurisprudenza amministrativa e contabile. La Banca dati, realizzata dalla società Dbi s.r.l., presente nel mercato siciliano dal 1994 in modalità cd-rom e dal 1999 in modalità web, ha rappresentato, fino a ieri, un utile strumento informativo (a pagamento), rivolto quasi esclusivamente agli operatori del settore. Da oggi, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche e all’intervento economico della Regione che ha acquisito la banca dati, gli oltre cinquantamila documenti, suddivisi in 6 macro aree (Legislazione regionale, Statuti, Giurisprudenza, Legislazione nazionale richiamata e Legislazione comunitaria) potranno essere consultati da tutti in maniera assolutamente gratuita.

Crisi: Di Guardo scrive a Cascio, “10% indennità parlamentari per creare un fondo da un milione di euro per chi perde il lavoro”
“Destinare il 10% della retribuzione dei parlamentari regionali a uno speciale ‘fondo anticrisi’ a sostegno dei siciliani che perdono il lavoro e sono senza ammortizzatori sociali”. La proposta è di Nino Di Guardo, deputato del Partito Democratico, che ha scritto una lettera al presidente dell’Ars Francesco Cascio. La lettera è stata sottoscritta anche dai parlamentari Pino Apprendi, Giacomo Di Benedetto, Roberto De Benedictis, Miguel Donegani, Davide Faraone, Massimo Ferrara, Vincenzo Marinello, Bruno Marziano, Bernardo Mattarella, Filippo Panarello, Concetta Raia e Salvatore Termine.

Pasqua a rilento ma nelle agenzie le prenotazioni sono in ripresaNel week-end pasquale molti siciliani riscoprono l’isola
Sono in ripresa le prenotazioni per il periodo pasquale dopo un periodo di rallentamento che ha destato qualche preoccupazione tra gli agenti di viaggio e alcuni tour operator. E’ questa la voce prevalente degli operatori turistici siciliani secondo un sondaggio di sicilia.travelnostop.com che ha raccolto alcune testimonianze degli operatori turistici siciliani che si preparano a partecipare a Travelexpo, il salone internazionale del turismo in programma dal 17 al 19 aprile all’Hotel Village Città del Mare di Terrasini.

Fideo , meeting della rete commerciale lunedì prossimo a Scillato

Meeting della rete commerciale Fideo lunedì prossimo presso l’Agriturismo “Vecchi Frantoio” di Scillato. L’incontro, al quale parteciperanno i vertici del confidi della Confcommercio di Palermo, è puntato sulle novità delle ultime settimane ed in particolar modo la recente convenzione stipulato con Unicredit per il pacchetto “Impresa Italia”. All’incontro, oltre all’amministratore delegato di Fideo Confcomemrcio Pa, Vito Rinaudo, parteciperanno anche esponenti di spicco del Banco di Sicilia.

Il Rotary Costa Gaia parla di mafia nella giornata della legalità
Nei giorni scorsi presso l’auditorium dell’Istituto “C. A. Dalla Chiesa di Partitico, il Rotary Club Costa Gaia ha organizzato una tavola rotonda su “I Giovani e la Legalità”. Questo evento, che è alla sua terza edizione si è svolto nel giornata nazionale dedicata alla legalità e alla lotta contro le mafie. Il Presidente del club organizzatore il prof. Costantino Pillitteri ha moderato la discussione ove erano presenti: il Provveditore agli studi di Palermo prof. Rosario Leone, il Presidente del Tribunale dei minori dott.ssa Concetta Sole, un’alunna premiata, il Preside dell’istituto ospitante Pietro Gargagliano. Il progetto a firma del suo responsabile ing. Lorenzo Genova, prevede la somministrazione di questionari agli alunni di vari istituti locali, e dal loro monitoraggio è emerso che i giovani sono in prima linea nel chiedere di vivere in una società più giusta.

Banche, Credem: il cda approva i risultati del 2008
Confermate le linee guida strategiche: solidità patrimoniale, focus su banking commerciale, estrazione di valore dagli investimenti realizzati. Alcuni numeri: utile netto consolidato (1) a 157,0 milioni di euro (-37,0%); nel 2008 acquisiti 72 sportelli e aperte 18 filiali; qualità dell’attivo: sofferenze nette su impieghi a 0,46% (0,28% nel 2007); utile interamente destinato a patrimonio; nessun problema di liquidità. Il Consiglio di Amministrazione di Credem, presieduto da Giorgio Ferrari, ha approvato nella seduta del 30 marzo, il progetto di bilancio individuale e consolidato dell’esercizio 2008 che sarà sottoposto all’assemblea degli azionisti convocata per 30 aprile 2009. I risultati del 2008 confermano la solidità patrimoniale del Gruppo con un core Tier 1 al 7,0% e la marcata focalizzazione sull’attività bancaria tradizionale evidenziata dalla raccolta diretta in crescita del 12,3% e gli impieghi, al netto dei pronti contro termine, aumentati del 11,8%. Nel corso dell’anno, inoltre, il Gruppo ha proseguito nella valorizzazione degli investimenti effettuati procedendo all’integrazione dei rami di azienda acquisiti (72 sportelli) e allo sviluppo del potenziale commerciale delle oltre 70 nuove filiali aperte nell’ultimo triennio. Risultati economici consolidati del 2008. L’utile netto consolidato, che ha risentito della congiuntura negativa dei mercati finanziari, è pari a 157,0 milioni di euro, -37,0% rispetto a 249,4 milioni di euro a fine 2007.

Mezzogiorno, il tasso di disoccupazione pari al 12,8%Fiba Cisl lancia un patto tra banche, imprese, sindacati e associazioni di consumatori

La Sicilia, nel 2008, ha registrato un tasso di occupazione del 50.9%, un dato inferiore rispetto alla media nazionale che si attesta al 63%. Un tasso di occupazione che diminuisce dello 0.4% arrivando al 44% (48.7% media Italia) e un tasso di disoccupazione che cresce di un punto percentuale, giungendo al 12.8% (6.7% media Italia). Le conseguenze sociali si concretizzano nella preoccupante percentuale delle famiglie al di sotto o prossime alla soglia di povertà e nei ritardi, rispetto al resto del Paese, in settori quali i servizi di pubblica utilità, l’istruzione, la formazione e la ricerca. A ulteriore freno all’economia e allo sviluppo sociale, la presenza in diverse regioni meridionali della criminalità organizzata. Sono i dati del dipartimento ricerca e informazione della Fiba Cisl, emersi oggi nel corso del convegno “Diamo credito alla Sicilia” svoltosi a Palazzo dei Normanni. Altra costante riscontrata nell’indagine svolta, riguarda il sistema imprenditoriale meridionale. Il Mezzogiorno si caratterizza ancora per un notevole minore densità imprenditoriale e per una dimensione molto ridotta delle unità locali delle imprese. Prevale il modello di piccola o microimpresa sottodimensionata e sottocapitalizzata con le conseguenti difficoltà di ottenere i finanziamenti necessari. La situazione siciliana assume contorni relativamente drammatici, se prendiamo in considerazione la condizione del mercato del lavoro che nel quarto trimestre del 2008 ha visto un peggioramento generale dovuto agli indici occupazionali. Per questa ragione, la Fiba Cisl ha lanciato un patto tra banche, imprese, sindacati e associazioni dei consumatori. Un patto finalizzato allo sviluppo economico e alla crescita dell’occupazione nel Sud, dove è più difficile l’accesso al credito. In particolare, verranno creati degli osservatori sul credito e sull’indebitamento delle famiglie e delle piccole imprese, offrendo un monitoraggio per lo studio del fenomeno. “Siamo consapevoli della necessità che la Regione deve mettere a punto un piano straordinario anticrisi. Il governo, dopo aver sentito nelle scorse settimane le proposte di tutte le parti sociali, sta definendo un provvedimento legislativo, con interventi in grado di contrastare la recessione in atto, innescando al tempo stesso meccanismi di ripresa strutturale”. Lo ha affermato l’assessore al Bilancio e Finanze, Miche Cimino, nel corso della tavola rotonda “Diamo credito alla Sicilia. Proposte Fiba e Cisl per il rilancio dell´economia e dell´occupazione”, svoltasi a Palazzo dei Normanni.
-3 aprile 2009 –

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com