Turismo. Dispersione scolastica.

Provincia, turismo: concorso di idee per un video promozionale
La Provincia di Siracusa ha pubblicato un bando per un concorso di idee per la realizzazione di un videoclip promozionale sul territorio ai fini dello sviluppo turistico.
Ne da notizia il presidente della Provincia On Nicola Bono, la cui Giunta nei giorni scorsi ha approvato un’apposita delibera “realizzando così – ha detto Bono – una delle iniziative previste nel quadro della azioni della Cabina di regia per il Turismo. Si tratta di uno strumento indispensabile alla partecipazione del nostro territorio alle Borse per il turismo e a workshop di settore”.
“Dell’esigenza di questo strumento – ha detto ancora Bono – si è parlato più volte nel corso delle riunioni della Cabina di Regia, dove, gli attori istituzionali e privati hanno concordato sulla necessità di veicolare il prodotto Siracusa con un unico format immediatamente riconoscibile.”
Del documentario, che proporrà il patrimonio culturale materiale ed immateriale nonché le eccellenze naturali e paesaggistiche del territorio.
“Questo è uno strumento – ha detto Bono – la cui modernità ed utilità sono unanimemente riconosciute e si inserisce nel contesto delle iniziative di promozione della offerta turistica di cui un altro momento fondamentale sarà incontro che abbiamo promosso , ed accolto dalle organizzazioni imprenditoriali di settore, che si terrà il prossimo mercoledì 25 marzo alle ore 11,00 presso il Park Hotel di via Filisto. Incontro a cui sono stati invitati tutti gli operatori turistici della provincia.”
“L’incontro di mercoledì è strategico – ha detto ancora il presidente della Provincia – perché occorre che gli imprenditori siracusani si organizzino in filiere capaci di incrementare ed uniformare l’offerta turistica del territorio e costituire le necessarie masse critiche di posti letto e servizi necessari a diventare interlocutori credibili nei confronti dei tour operator nazionali ed esteri.”
Per quanto riguarda il bando sul documentario promozionale (disponibile sul sito www.provsr.it ), esso prevede la promozione dei beni e giacimenti culturali e delle produzioni di eccellenza del territorio. Dovrà avere una durata tra i sette e i dieci minuti con audio realizzato in inglese e in italiano.

Rosolini e Noto, firma dell’accordo di rete per la lotta alla dispersione scolastica
Un Accordo di Rete tra Progetto “IDEA” e le Scuole di ogni ordine e grado, i Servizi Sociali Comunali, gli Enti del Privato Sociale, i Centri per l’Impiego – Sportelli Multifunzione, e gli Enti di Formazione Territoriale impegnati nella lotta alla dispersione scolastica e al disagio giovanile, dei Comuni di Rosolini e Noto. Un protocollo che verrà firmato mercoledì 25 marzo alle ore 11,00 nella Sala Giunta del nuovo Palazzo Comunale di via Bellini a Rosolini, e GIOVEDI 26 alle ore 12,00 nella Sala degli Specchi di Palazzo Ducezio a Noto, per la costituzione dei Gruppi Tecnici Dispersione locali, costituiti dai rispettivi Servizi Sociali Comunali, dai Docenti Referenti degli Istituti Scolastici aderenti al progetto, dai Referenti del Progetto IDEA, e da quelli degli Enti di Formazione Territoriale, dai Centri per l’Impiego e dal Servizio Dipartimento Salute Mentale dell’Asl.Compito dei GTD è quello di raccogliere periodicamente, e per la durata del progetto sino al dicembre di quest’anno, le osservazioni e le valutazioni del fenomeno del disagio e della dispersione scolastica all’interno dei vari istituti scolastici, di sviluppare e promuovere interventi specifici integrati, oltre ad individuare e studiare i bisogni legati al fenomeno della dispersione scolastica, specifici degli Istituti, così come del territorio dove si opera. Obiettivo sarà, dunque, la raccolta e l’elaborazione di dati qualitativi e quantitativi relativi alla dispersione scolastica delle singole scuole dove, da dicembre, si sta operando anche con corsi di formazione per gli operatori scolastici, per inviarle al Pronto Soccorso Pedagogico e facilitare l’individuazione dei ragazzi a rischio e in situazione di abbandono scolastico. Attraverso i GTD si individueranno, altresì, i protocolli operativi di segnalazione e presa in carico “condivisa” dei casi altamente problematici in una logica d’intervento di rete. Uno strumento di condivisione di esperienze significative, per favorire la circolazione delle informazioni, lo sviluppo di competenze e la diffusione delle “buone pratiche”, contribuendo così al miglioramento della qualità dei servizi, e alla promozione di progetti comuni tra gli enti aderenti, per l’attivazione di percorsi operativi contro la dispersione scolastica.
– 24 marzo 2009 –

Autore:

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com