LE ALTRE NOTIZIE

 
Assotravel: La crisi c’è e si vede…. Anche ad agosto
 
L’andamento della domanda turistica per agosto 2008 sancisce un dato di fatto: la crisi c’e’ e si vede e neppure l’ottavo mese dell’anno e’ piu’ una certezza per l’industria turistica nazionale. Negli anni dal 2001 ad oggi, con la continuata e nefasta coincidenza del timore di attentati e andamento economico tendenzialmente non positivo, gli operatori del settore avevano sempre potuto contare nel picco di domanda di
agosto che oltre a provocare puntualmente il “tutto esaurito” riusciva spesso a giustificare, quasi da solo, un anno di esercizio.Sulla base dei dati raccolti da Confindustria Assotravel (Associazione Nazionale Agenzie di Viaggio e Turismo) agosto 2008 fa sostanzialmente segnare un calo netto della domanda (dal 60 al 48% del mercato annuale) solo in parte compensato da un aumento di luglio che passa dal 20 al 25% ed un modesto incremento (per ora) di settembre (+2%).
 
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Turismo, tavolo tecnico per legge quadro
Continuano i lavori del tavolo tecnico per la concertazione di una legge quadro sul turismo in Sicilia, voluto dal vicepresidente Titti Bufardeci. Alla riunione che si è svolta nei giorni scorsi nella sede dell’assessorato regionale al Turismo, hanno partecipato le delegazioni di Unione regionale province siciliane, Associazione nazionale comuni d’Italia, Unioncamere, Ente bilaterale per il turismo, Unpli, Federturismo, Confturismo, Confesercenti-Assoturismo, Federalberghi, Fiavet, Fipe, Faita, Cgil, Cisl, Uil, Cobas-Codir, Ugl e Sadirs. Per l’amministrazione ha preso parte al tavolo tecnico Domenico Mirabella, capo di gabinetto dell’Assessorato al turismo.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Viticoltura eco-compatibile, in arrivo i primi contributi
In arrivo una prima tranche dei contributi relativi al comparto vitivinicolo previsti dalla legge regionale 19 del 2005, per la diffusione dei metodi di produzione agricola e di gestione dei terreni compatibili con la tutela dell’ambiente e del suolo e la salvaguardia, nel contempo, della redditività dell’impresa. Il bando per l’assegnazione dei contributi è stato pubblicato sulla Gurs il 21 aprile del 2006. Le domande presentate sono circa 1.900, di cui il 70 per cento nella provincia di Trapani.
Adesso, a beneficiare dell’anticipo del 75% (2,883 milioni sui 3,844 del contributo totale) dell’annualità 2007, saranno le 934 aziende per le quali gli ispettorati provinciali hanno già completato l’istruttoria amministrativa e le cui domande sono state già incamerate dall’organismo pagatore Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura). Per le altre pratiche dovranno essere risolte le anomalie presenti nella domande per poter procedere al pagamento.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Tirrenia, Bufardeci: nessun ok a rilevare Siremar
“Non abbiamo dato alcun ok sulla possibilità di rilevare la Siremar, abbiamo dato invece la nostra disponibilità a sederci intorno a un tavolo e valutare le ipotesi di piano industriale, le ipotesi gestionali e avere un quadro complessivo che descriva la situazione della flotta, del personale e dei costi di gestione della Siremar”. Lo ha detto il vice presidente della Regione Siciliana nonchè assessore ai Trasporti, Titti Bufardeci replicando all’annuncio fatto dal ministro ai Trasporti Altero Matteoli secondo cui si sarebbe già raggiunto l’accordo con cui il governo è pronto a cedere le quattro società di trasporto regionale del gruppo Tirrenia (Siremar, Saremar, Caremar e Toremar) rispettivamente a Sicilia, Sardegna Campania e Toscana. “Con questi dati – aggiunge Bufardeci – potremo fare quelle verifiche necessarie che servono al governo per capire che decisioni prendere, anche in considerazione del fatto che una decisione di questo tipo non può essere presa senza comprendere quella che può essere la posizione dell’Assemblea regionale siciliana”.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Ambiente e soldi. L’assessore Gianni pensa a una legge per il metano per autotrazione
“Salviamo l’ambiente e salvaguardiamo le tasche dei siciliani”. E’ questo il messaggio dell’assessore regionale all’Industria, Pippo Gianni, che punta a realizzare in Sicilia una vera e propria rivoluzione attraverso la diffusione delle auto a metano.           “Negli ultimi diciotto mesi – ricorda l’assessore Gianni – il prezzo del petrolio è raddoppiato; l’unica alternativa oggi possibile alla benzina ed al gasolio è rappresentata dal gas metano e numerose case automobilistiche hanno in listino auto a metano. Gli uffici dell’assessorato all’Industria hanno calcolato che una vettura di media cilindrata, con un pieno di metano, al costo di circa 23 euro, percorre quasi 400 chilometri ed emette il 25% in meno di anidride carbonica, il terribile ‘gas serra’. La stessa vettura, alimentata a gasolio, con 23 euro di carburante percorre appena 220 chilometri”.“La legge che speriamo di vedere approvata all’Ars prima della pausa estiva – afferma l’assessore – consente di erogare contributi a fondo perduto per l’acquisto di auto a metano. Inizialmente il beneficio sarà esteso a tutti i titolari di licenze di taxi, alle imprese che offrono il servizio di auto a nolo, purché circolanti in Sicilia, e che si occupano di trasporti leggeri di merci”.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Consorzi di bonifica, La Via trova l’intesa con i lavoratori per lo stop alle assunzioni
Accordo raggiunto tra l’amministrazione regionale e i lavoratori dei Consorzi di bonifica siciliani, che l’altro ieri hanno indetto una manifestazione di protesta davanti alla sede dell’assessorato regionale all’Agricoltura a Palermo in merito al loro rapporto di lavoro. L’intesa è stata firmata dall’assessore, Giovanni La Via, dal dirigente generale del Dipartimento Interventi Infrastrutturali, Dario Cartabellotta, e dai rappresentanti dei lavoratori Giuseppe Vito e Claudio Fisco della Filbi/Uil e Fabrizio Scatà e Giovanni Fracanzino della Fai/Cisl.Sei i punti dell’accordo sottoscritto, che prevede, in ogni caso, nell’ottica della razionalizzazione della spesa pubblica, lo stop a nuove assunzioni e il riavvio del percorso tecnico, già iniziato nella scorsa legislatura, per la definizione di una riforma dei Consorzi.
 
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Industria, accordo integrativo con Enimed. Servirà per nuove infrastrutture regionali
Si è concluso positivamente l’incontro fra l’assessore regionale all’Industria Pippo Gianni e la società Enimed.I delegati della società, che peraltro è l’unica fra quelle presenti sul territorio ad avere sede sull’isola e che quindi versa le imposte alle casse della Regione, hanno mostrato grande disponibilità ad accogliere la richiesta del versamento di un contributo aggiuntivo, modulato in riferimento al “programma dei lavori” di coltivazione del giacimento. Il contributo sarà finalizzato alla realizzazione di opere infrastrutturali e ambientali sul territorio della Regione. A fronte dell’accordo raggiunto l’assessore ha già firmato la concessione “Sant’Anna” relativa alla coltivazione di idrocarburi scaturente dal permesso di ricerca  “Tresauro” nel  territorio ragusano.
 
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Centrali elettriche in condominio con lo Stato. No degli industriali
A partire dall’1 agosto – a seguito della delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) n.97/08 – tutte le centrali termoelettriche della Sicilia e della Sardegna saranno inserite nell’elenco delle unità produttive essenziali per la sicurezza del sistema elettrico nazionale. La gestione degli impianti dichiarati essenziali prevede, per tutti i periodi in cui si verifichino condizioni “critiche”, che sia Terna a stabilire i programmi di produzione delle unità essenziali e che sia l’AEEG a definire la remunerazione dell’energia prodotta. Per la Sicilia, i periodi “critici” (di alto carico) corrispondono a circa 15 settimane, cioè circa 100 giorni all’anno, nei quali le centrali della nostra Regione torneranno ad essere di fatto sottratte ad ogni regola di mercato e gestite da soggetti diversi dagli operatori che le hanno realizzate, ammodernate, che le gestiscono e che le stanno progressivamente introducendo alle sfide della libera concorrenza.  No del presidente degli industriali siciilani, Ivan Lo Bello.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Ircac, premio legalità alla cooperativa “La Sicilia” di Bagheria
E’ stato assegnato alla cooperativa La Sicilia di Bagheria il primo Premio Ircac per la legalità istituito dal commissario straordinario dell’Ircac Antonio Carullo e consegnato oggi dall’assessore alla cooperazione Roberto Di Mauro.“ L’Ircac- ha detto Carullo- in questi anni si è molto impegnato in favore di una sempre maggiore diffusione della legalità: questo Premio, che avrà carattere annuale, intende rafforzare nelle imprese e nell’opinione pubblica l’idea che chi denuncia non è solo e può contare , invece, sul sostegno e sull’aiuto delle Istituzioni”.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Fondi europei: allarme dei giovani imprenditori
Allarme per l’andamento dell’economia regionale  è stato espresso dal Comitato dei Giovani imprenditori di Confindustria Sicilia, presieduto da Giorgio Cappello, al termine di un workshop a Palermo nel corso del quale il direttore di Confindustria Sicilia, Giovanni Catalano, ha approfondito l’analisi della situazione economica e degli obiettivi dei Programmi operativi nazionali e dei Programmi operativi regionali del FESR, FSE, del PSR, che consentiranno di impiegare oltre 10,7 miliardi di euro.Fra l’altro è emerso che, nonostante l’impiego dei fondi comunitari in Sicilia nel periodo 2000-2006, oggi fra i settori in maggiore difficoltà risulta l’industria manifatturiera, che ha visto scendere il proprio valore aggiunto di circa il 17%, ma anche l’agricoltura ed il commercio vedono diminuire il proprio valore aggiunto, rispettivamente del  3,5% e del 3%.
– 1 agosto 2008 –

Autore:

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com