Un apq per il ponte

Pietro Ciucci, presidente dell’Anas e della Stretto di Messina spa, arriva in riva allo Stretto di pomeriggio, dopo una mattinata passata a Catania con il presidente della Regione, Raffaele Lombardo a parlare di strade, logistica, infrastrutture e immancabilmente di Ponte. A Messina lo fa con un sindaco, Peppino Buzzanca che con lui ha identità di vedute: il ponte s’ha da fare. “Abbiamo parlato col presidente Ciucci”, dichiara veloce Buzzanca, “dell’informazione che va data e riconosciuta a tutti i messinesi. E del timing, i tempi di realizzazione dell’opera. Oltre che di alcune opere indispensabili e propedeutiche al progetto del Ponte. Alcune indispensabili da realizzare prima della costruzione stessa”. Interviene Pietro Ciucci: “Parliamo dello spostamento della stazione centrale, della seconda canna degli svincoli di Giostra e dell’Annunziata, del minisvincoli a Papardo, della variante d’opera alla cittadella universitaria – elenca il presidente della Stretto spa – e dell’ipotesi di una ferrovia metropolitana con le diverse stazioni di sosta dal Ponte al centro di Messina”. Unità d’intenti, quindi e un impegno dichiarato: “Tutte intenzioni che troveranno spazio in uno specifico nuovo accordo di programma quadro” dichiarano all’unisono Pietro Ciucci e il sindaco Buzzanca. “La variante d’opera per preservare la cittadella universitaria”, spiega nel dettaglio Ciucci, “costerà una decina di milioni di euro che proveremo ad inserire nel progetto”. La cui elaborazione, però, è in stand by. “Impregilo, general contractor dell’opera con contratto firmato nel marzo del 2006, dichiara infatti il presidente dell’Anas, “è ferma da due anni perché noi non abbiamo mai dato il via libera alla progettazione esecutiva dell’opera visto che qualche mese dopo la stipula del contratto il governo Prodi ha ritenuto di dichiarare non prioritario il progetto pur non disponendo mai la liquidazione della Stretto spa”. Ed a proposito di priorità, Ciucci ha chiarito, in riferimento alle recenti dichiarazioni di Mario Sarcinelli, presidente della banca d’affari francese Dexia Crediop, che “le indicazioni di priorità di un esponente della finanza nulla tolgono al progetto del ponte sullo Stretto di Messina è fattibile da un punto di vista tecnico e strategico per le scelte sia europee, come confermato dal corridoio 5 sia del governo nazionale che, in questa nuova fase, ha ridato priorità all’opera. L’unico imput a noi indispensabile è quello del governo Berlusconi. Tocca al premier e al consiglio dei ministri indicare le priorità”. Non scalfisce, quindi, nemmeno la dichiarazione d’insediamento della presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia che alla nomina a capo degli industriali italiani, aveva “tolto” fiducia al progetto. “Penso che nel frattempo la Marcegaglia che conosco bene e che ho incontrato ripetutamente dopo quelle dichiarazioni, abbia fatto un po’ di rodaggio” ha chiosato Pietro Ciucci. Che in mattinata, lunedì 28 luglio a Catania aveva discusso col presidente della Regione, Raffaele Lombardo, di infrastrutture e logistica. A Messina, Ciucci ha ribadito i progetti in corso dell’Anas: “Da qui al 2011 abbiamo un piano di investimenti di 5 miliardi di euro. I primi tre e ottocento milioni sono tutte opere in fase di realizzazione o di progettazione. Penso alla Catania-Siracusa, il cui primo tratto”, ha annunciato Ciucci, “ sarà aperto la prossima primavera in anticipo rispetto al crono-programma ufficiale. Il completamento definitivo è previsto entro il 2009. C’è poi la Agrigento- Caltanissetta, la cui progettazione del primo tratto fino a Canicattì sarà completata entro fine agosto. A luglio, inoltre, abbiamo pubblicato due bandi per la Licodia Eubea nel catanese, e per la Palermo-Agrigento”. In fase di progettazione anche l’altra importante arteria dell’Anas che ammodernerà la rete di collegamento tra Catania e Ragusa: in questo caso si tratta di un investimento di 800 milioni di euro.                                                                                                 Elena Di Dio – 29 luglio 2008 –

Autore:

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com