Mortibianche. Appalti. Confartigianato. Consiglio provinciale.

Filca Cisl Trapani: “Contro le morti bianche una forte vertenzialità sul territorio”
“Rilanceremo la questione sicurezza con una forte vertenzialità sul territorio”: lo annuncia il segretario generale della Filca Cisl di Trapani, Filippo Ancona. La presa di posizione avviene a 24 ore di distanza dall’ennesima morte bianca che si registra nel trapanese, a Calatafimi, in un cantiere per l’installazione telefonica. Il tema proprio della sicurezza sul lavoro in provincia sarà affrontato sabato, 17 gennaio, con inizio alle ore 9,30 presso il Panorama Garden ad Erice nel corso del congresso provinciale della Filca Cisl.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Crollo degli appalti pubblici, la Filca Cisl rilancia l’impegno
Gli appalti pubblici in provincia di Trapani nel 2008 hanno subito un crollo verticale. Mettendo a confronto l’anno appena chiuso con il 2007 emerge un calo del 47,32 per cento degli importi delle gare d’appalto indette dalle pubbliche amministrazioni. Questo quanto viene fuori dall’Osservatorio territoriale delle casse edili su dati estrapolati dalla Filca Cisl Sicilia retta dal segretario generale Santino Spinella. Si sono registrate ben 43 gare bandite in meno, con una contrazione degli appalti in un anno del 25 per cento per un totale di quasi 39 milioni di euro in meno. Per gli edili non è certamente confortante nemmeno il dato sugli infortuni sul lavoro che sono aumentati del 3,1 per cento mettendo a confronto il primo trimestre del 2008 (ultimo censimento dell’Inail) con lo stesso periodo dell’anno precedente. Soltanto nei primi tre mesi dell’anno scorso si sono verificati ben 433 infortuni. “Con il sindacato provinciale – afferma Spinella – siamo fortemente impegnati nell’aprire una forte vertenza territoriale al fine di concretizzare tutti quei progetti esecutivi per realizzare le infrastrutture necessarie ad una provincia che oggi si presenta sotto questo aspetto fortemente disagiata per i deficitari collegamenti da Comune a Comune. Vogliamo interloquire con il Comune di Trapani anche per sollecitare l’approvazione del piano regolatore generale da cui si può dare uno sviluppo organico alla città. Per quanto concerne invece l’aspetto degli infortuni sul lavoro insieme all’Ance e attraverso l’Ente bilanteriale del comitato tecnico paritetico (Cpt) siamo impegnati in un’azione di prevenzione e informazione nei cantieri edili”. Questi aspetti sono alcuni dei punti focali che saranno affrontati nel corso del congresso provinciale di Trapani del sindacato in programma sabato prossimo, 17 gennaio, con inizio alle ore 9,30 presso il Panorama Garden ad Erice per il rinnovo della cariche. Tema centrale è: “Per un lavoro sicuro, regolare e trasparente nelle costruzioni”. Il segretario provinciale Filippo Ancona e il gruppo dirigente si presenteranno dimissionari all’assemblea per chiedere la fiducia con l’obiettivo di portare avanti una politica che miri a diversi ambiti. Primo fra tutti lo sblocco dei finanziamenti per la realizzazione delle infrastrutture; ed ancora il contrasto al lavoro nero ed al sommerso e l’applicazione delle misure di sicurezza a garanzia dei lavoratori del settore edile. In tutte le province si andrà a congresso sino alla tappa finale con l’elezione delle nuove cariche regionali in programma il 19 e 20 marzo.  
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Confartigianato Trapani, Bilardo chiamato alla vicepresidenza nazionale di Inapa
La Giunta Esecutiva di Confartigianato Imprese Nazionale ha chiamato Orazio Bilardo – Presidente Provinciale di Confartigianato Imprese Trapani – alla Vice Presidenza Nazionale di INAPA CONFARTIGIANATO (Istituto Nazionale di Assistenza e di Patronato per l’Artigianato). Tale carica conferita è certamente segno di buon lavoro svolto nei due anni di Presidenza Provinciale di Confartigianato Imprese Trapani, nonché di contributo, personale e di squadra ben amalgamata, dato nei confronti delle aziende artigiane e delle piccole e medie imprese della provincia di Trapani. “Sono contento ed emozionato di questa nomina giunta inaspettata – dice Orazio Bilardo -. Sono grato alla Giunta Nazionale di Confartigianato per avermi scelto, attestando così una stima per il lavoro svolto, non solo da me da anche dalla squadra che mi ha supportato in questi miei primi due anni di Presidenza Provinciale Confartigianato Trapani. So anche, però, che questo vorrà dire un maggiore impegno per una riconferma in valori assoluti del lavoro fin qui svolto ed una continua crescita dell’associazione provinciale di Trapani sempre e solo in funzione della difesa delle aziende artigiane e delle piccole e medie imprese della nostra Provincia.” Orazio Bilardo, che è nato a Gela il 12 maggio del 1967, è titolare a Pantelleria da 15 anni di una azienda impiantistica artigiana ed è alla Presidenza Provinciale di Confartigianato dal luglio del 2007.
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Consiglio provinciale: riconosciuti due debiti fuori bilancio

Il Consiglio Provinciale di Trapani nella seduta svoltasi ieri pomeriggio, su proposta del Presidente Poma, così come concordato in sede di Conferenza dei Capigruppo, ha proceduto al prelievo ed al successivo riconoscimento di due dei tre debiti fuori bilancio inseriti nell’attuale ordine del giorno. In particolare, si tratta del debito fuori bilancio (888 euro) scaturito a seguito della sentenza esecutiva del Giudice di pace di Trapani n.528/08 relativa al contenzioso tra il dott. Antonio Maria Caputo e la Provincia Regionale di Trapani, approvato alla unanimità dei presenti (18), nonché del debito fuori bilancio (5 mila e 445 euro) che ha fatto seguito alla sentenza esecutiva del Giudice di pace di Trapani n.544/08 e relativa al contenzioso tra la Provincia Regionale di Trapani ed il dipendente Giuseppe Nicosia. Quest’ultimo provvedimento è stato approvato a maggioranza con 15 voti favorevoli e 5 astenuti, mentre al momento della prima votazione i Consiglieri del centro sinistra (gruppo PD + Ortisi) erano usciti dall’aula per motivazione politica. Il Consigliere Daidone, capogruppo del PD, aveva infatti preannunciato la decisione di non votare più fino a quando la maggioranza non avrebbe assicurato il numero legale minimo (18 presenti) necessario per la validità delle riunioni assembleari. Inoltre, entrambe le deliberazioni sono state votate dopo una sospensione di 10 minuti dei lavori d’aula, chiesta dal capo del gruppo misto, Peppe Ortisi, per fare chiarezza sul da farsi a seguito di taluni quesiti posti dai Consiglieri di minoranza ai quali non è stato possibile dare risposta per la mancata presenza del proponente e del responsabile del procedimento. Un terzo debito fuori bilancio, invece, è stato ritirato, a nome dell’Amministrazione, dal Vice Presidente della Provincia, Enzo Culicchia, per ulteriori approfondimenti, a seguito di alcune riserve giuridico-economiche evidenziate in particolare dai Consiglieri Sinatra (PDL) e Campagna (PD). Il debito fuori bilancio ritirato, ma che sarà riproposto in una prossima seduta del Consiglio, riguarda il contenzioso tra i dipendenti in servizio presso le Riserve Naturali Orientate e la Provincia Regionale di Trapani, per un importo complessivo di , a seguito di formula esecutiva apposta dal Giudice del Tribunale di Trapani in calce al verbale di conciliazione n.167 del 2005 ai sensi dell’art.411 del Codice di Procedura Civile. Il Consiglio Provinciale di Trapani tornerà a riunirsi lunedì prossimo 19 gennaio alle ore 16,30.
–       16 gennaio 2009 –

Autore:

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com